Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’epidemiologo Ciccozzi: «L’unica strada per uscire dalla pandemia? Vaccinare tutti»

Secondo il professore «se le coperture fossero troppo basse per garantire un’immunità di gregge, rischiamo un’epidemia che colpirà in primis i non vaccinati

L’epidemiologo Massimo Ciccozzi del Campus Biomedico di Roma in un’intervista rilasciata oggi al Resto del Carlino dice che l’unica strada per uscire dalla pandemia di Coronavirus è vaccinare tutti: ««Il passaggio dalla pandemia all’endemia dipende anche da noi, da quanto ci vaccineremo, da come manterremo le misure di protezione in ambienti chiusi, oltre che da fattori imponderabili ma sempre possibili come l’eventuale insorgere di nuove insidiose varianti. Nessuno oggi può fare previsioni, solo a fine mese avremo un quadro che ci permetterà di fare qualche ipotesi sensata, ma certo è che questi sono mesi decisivi. Se non vogliamo un autunno pessimo, dobbiamo vaccinare il più possibile».


L’epidemiologo Ciccozzi: «Vaccinare tutti per uscire dalla pandemia»

Secondo Ciccozzi «se le coperture fossero troppo basse per garantire un’immunità di gregge, rischiamo un’epidemia che colpirà in primis i non vaccinati, che devono sapere quello a cui potrebbero andare incontro e fare le scelte conseguenti sulla base della razionalità». E riguardo il contagio degli immunizzati spiega: «I vaccinati possono certamente essere infettati, ma in maniera molto inferiore a chi non è coperto, e comunque i vaccinati molto raramente vengono ospedalizzati. I non vaccinati invece, se non stanno attenti e vengono contagiati, sono molto esposti al rischio di ospedalizzazione, compreso quello di finire in terapia intensiva e di morire». Infine, sulla terza dose: «A mio avviso andrà fatta, vediamo quaando, anche se secondo me non andrà fatta a tutti. Ritengo possa essere necessaria per over 65 e soggetti fragili oltre che per i lavoratori esposti come quelli della sanità».


Leggi anche: