Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Morgan sta con Salmo sul concerto a sorpresa a Olbia: «Giusto disubbidire»

Il cantautore si schiera: «Al di là del merito ha il coraggio di ribellarsi. Gli altri scrivono tante belle parole ma poi fanno cilecca»

Marco Castoldi in arte Morgan sta con Salmo sul concerto a sorpresa ad Olbia. E dà ragione a Maurizio Pisciottu quando dice che «se avessi voluto seguire le regole non avrei fatto l’artista»: «Al di là del merito, ha il coraggio di ribellarsi, si è posto in maniera personale e anche criticabile contro un muro di omertà e di apatia e indifferenza che è di tutti i nostri ex amici e colleghi, cantanti e cantautori, che scrivono tante belle parole ma poi fanno cilecca nel momento in cui pensano al conto in banca e si fanno soltanto i fatti loro. E hanno una fifa matta a esporsi in qualsiasi campo, non solo sul Coronavirus, fanno pietà, non sanno avere un’opinione. E allora ben venga Salmo, anche se io non so neanche chi sia, figurati se ho ascoltato una sua canzone. Non ho tempo, mi manca ancora di ascoltare tanto Ravel. Questo gesto però mi è molto simpatico, penso che lo chiamerò e gli dirò bravo».


Secondo Morgan altri, come Fedez o Ermal Meta, non hanno capito il gesto di Salmo «perché non sono in grado di capirlo. Bisognerebbe chiedere un parere a chi è in grado di stare al dibattito, a Gino Paoli, a Ivano Fossati, persone che ragionano». E questi discorsi «sono puttanate, siamo in assenza di dibattito e di pensiero. Viviamo una realtà schiacciata, per riuscire a risollevarla bisogna farlo con l’esempio. In Italia ci sono persone intelligenti come De Gregori, ma anche altri come Finardi, Conte, Silvestri, Cammariere, persone colte che hanno una grandissima autorità, colonne vertebrali della società. Molti però non si esprimono, hanno paura, si fanno i fatti loro, sono disinteressati sulle questioni che li avevano mossi all’inizio, quando facevano la difesa dei diritti e dei valori, si sono imborghesiti. De Gregori ieri ha parlato, io ho scritto perché mi ha sorpreso e mi è piaciuto, una voce che si sta esprimendo in un mare di omertà». Infine, per Morgan chi ha avuto più coraggio nella serata di Olbia è stata «la polizia che non è intervenuta, faccio i miei più sinceri complimenti alle forze dell’ordine e al prefetto. Hanno fatto una cosa saggia, hanno ragionato, sono rimasti calmi».


Leggi anche: