Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Il vaccino è un ricatto di Stato»: una contestatrice No vax sale sul palco e interrompe il comizio di Letta – Il video

Il segretario dem: «Tutto questo è figlio di una grande ambiguità di una politica irresponsabile»

Pomeriggio movimentato per il segretario del Pd Enrico Letta che, nel corso di un comizio elettorale in piazza della Borsa, a Trieste, è stato interrotto da una contestatrice No vax che, salendo sul palco, ha detto: «Il vaccino è verità o libertà? Mi risponda». «Il vaccino (anti-Covid, ndr) è libertà», ha risposto il leader dem. E ancora: «Il vaccino è gratuito». La donna, però, non contenta, ha replicato così: «Io i tamponi devo pagarli per andare a lavoro. Il vaccino è un ricatto di Stato». «Non dica queste cose, non è così», ha replicato Letta. Poi la donna è stata fatta scendere dal palco dalla Digos. «Purtroppo – ha commentato Letta – tutto questo è figlio di una grande ambiguità di una politica irresponsabile. Da una parte ci siamo noi che abbiamo detto parole chiare fin dall’inizio, dall’altra parte c’è l’irresponsabilità». Il discorso è durato poco più di un minuto.


Video e foto in copertina: VALTER DELLE DONNE | YOUTUBE


Leggi anche: