Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Crolla l’affluenza alle Comunali: a Napoli, Milano e Torino meno votanti di sempre. A Roma sotto il 50%

Il dato nazionale è del 54,64%. Cinque anni fa, i votanti erano stati il 66,02%

Si conferma bassa l’affluenza per le elezioni Comunali del 3 e 4 ottobre. Il dato rilevato dal Viminale alle 15 – alla chiusura dei seggi -è pari al 54,64%. Nel 2016, quando il voto si è svolto in un solo giorno, i votanti sono stati il 66,02 per cento. Il trend in calo nei 1.153 comuni chiamati al voto era emerso già alla chiusura della prima giornata di voto, con i votanti a livello nazionale che avevano superato il 42 per cento. In questa tornata, gli elettori chiamati alle urne erano 12.147.040 distribuiti su 14.505 sezioni. In riferimento alle principali città al voto, a Roma l’affluenza è sotto il 50%, al 48,8%. Il raffronto con due anni fa è impietoso: nel 2016 era stata al 57,03%. A Napoli le comunali fanno segnare il dato peggiore di sempre per il primo turno delle elezioni amministrative: ha votato il 47,2% degli aventi diritto. Cinque anni fa aveva partecipato il 54,12% degli elettori. Anche a Milano si è verificata una situazione mai vista prima: meno di un elettore su due è andato alle urne. Alla chiusura dei seggi, nel capoluogo lombardo ha votato solo il 47,6% degli aventi diritto, contro il 54,6% del 2016, quando si votò in un solo giorno. Anche a Torino la percentuale è sotto il 50%, precisamente al 48,06%.


Le principali città

I capoluoghi

Immagine di copertina: ANSA/ANGELO CARCONI


Leggi anche: