Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Si sporge per fare una foto e precipita. Escursionista morto sull’Appennino Tosco-Emiliano

A riferire la dinamica dell’incidente mortale, l’amico con cui era partito questa mattina per il trekking, lo stesso che ha poi allertato i soccorsi

Precipitato dopo essersi sporto per scattare una foto. Così sarebbe morto Andrea Cimbali, escursionista di 29 anni, mentre era alle prese con il percorso che conduce verso il Corno alle Scale, sull’Appenino Tosco-Emiliano, nel territorio del comune di Lizzano in Belvedere, città metropolitana di Bologna. A riferire la dinamica dell’incidente mortale, l’amico con cui era partito questa mattina per il trekking, lo stesso che ha poi allertato i soccorsi. I due giovani, residenti a Imola, erano partiti questa mattina di buon’ora, e avevano deciso di salire in cima alla montagna sul sentiero Cai 337, i Balzi dell’Ora, classificato per escursionisti esperti. Dopo aver percorso diversi chilometri di cammino, quando erano arrivati a quota 1.850 metri, Cimbali si è sporto per fare un selfie ed è caduto nel vuoto, precipitando per diversi metri. La telefonata dell’amico al 118 è stata registrata alle 13.30. Sul posto è arrivata dopo pochi minuti la squadra del Soccorso alpino e speleologico ma il 29enne non aveva già più battito cardiaco. Inutili i tentativi di rianimazione cardio polmonare.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: