Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La prima promessa del neosindaco Gualtieri: «Roma pulita entro Natale»

Il primo cittadino: «Rimuoveremo i cumuli di rifiuti, spazzeremo e puliremo le strade, falceremo l’erba e puliremo le caditoie»

La prima promessa del neosindaco di Roma Roberto Gualtieri è di quelle che fanno tremare i polsi: «Ripulirò Roma entro Natale». Il primo cittadino, che ieri si è presentato in Campidoglio per il passaggio di consegne con Virginia Raggi, ha parlato in un’intervista rilasciata a Repubblica. «Percepisco forti aspettative e un clima internazionale di crescente fiducia nell’Italia e verso Roma. C’è un’attesa positiva per quello che possiamo fare», ha esordito. Parlando poi della sporcizia e dell’immondizia presente in città: «Ho iniziato a lavorare dal primo minuto su questo dossier. Oggi (ieri, ndr) abbiamo incontrato i vertici di Ama e stiamo programmando la pulizia straordinaria di Roma. Pensiamo di farcela per Natale, forse prima se riusciremo a essere rapidi. Rimuoveremo i cumuli di rifiuti, spazzeremo e puliremo le strade, falceremo l’erba e puliremo le caditoie. Il perno sarà Ama, ma ci saranno supporti esterni».


Il primo cittadino ha le idee chiare: «Partiremo dalla pulizia e dalla manutenzione, anche valorizzando il contributo dei romani che ci vorranno aiutare. Poi cercheremo di far subito ripartire gli uffici e sbloccare tante cose che sono ferme. Bisogna stare sul pezzo. Lavoreremo al patto per il lavoro e lo sviluppo daremo un segnale di slancio, di unità e di condivisione di obiettivi con le forze sociali e produttive. Serve un cambio di passo. Vogliamo dare la scossa, fare in modo che venga percepita dai romani». Ma non ha intenzione di fornire anticipazioni sulla giunta in formazione: «Confermo che Albino Ruberti (che oggi riveste lo stesso ruolo nel Lazio, ndr) sarà il mio capo di gabinetto. Gli altri nomi li vedrete a breve».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: