Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

G20, gli impegni dei leader: «Stop al carbone, lotta all’immigrazione irregolare e vaccini al 70% della popolazione mondiale»

Il documento, lungo 11 pagine, riporta i principali impegni che le potenze mondiali si prenderanno durante il summit di Roma nel fine settimana

In un testo lungo 11 pagine i leader del G20 dichiareranno i loro impegni su clima, migrazione ed economia. La bozza del documento è stata riportata dall’agenzia Bloomberg e sarà ufficializzata nel fine settimana, quando il summit dei principali leader mondiali e oltre 20 delegazioni si svolgerà a Roma. «Il G20 si impegna a combattere il protezionismo e a rafforzare il sistema di scambi multilaterale, con l’Organizzazione mondiale del commercio al centro» si legge in un passaggio della bozza diffusa. E ancora: «Una migrazione sicura, ordinata e regolare dovrà essere uno degli obiettivi fondamentali da perseguire, ponendo particolare attenzione all’importanza di prevenire i flussi migratori irregolari e di combattere i trafficanti di essere umani».


Uno dei temi centrali del prossimo G20 sarà l’impegno per la lotta al cambiamento climatico. A questo proposito la dichiarazione dei leader ribadirà l’essenzialità dell’accordo di Parigi, definendo la difesa del pianeta come «una sfida esistenziale». Il testo insiste ancora sull’argomento: «Il G20 si impegna a ridurre in modo sostanziale le emissioni di metano, a mettere fine ai finanziamenti pubblici internazionali per la nuova produzione di energia da carbone entro il 2021 e a mobilitare finanziamenti pubblici internazionali a sostegno dello sviluppo dell’energia verde inclusiva».


«Più generosità» sui vaccini

I Paesi del G20 attualmente rappresentano circa il 60% della popolazione mondiale con le principali economie che producono l’80% del Pil dell’intero pianeta. L’impegno da non poter ignorare sarà anche quello riguardante la lotta a Covid-19 e l’elargizione di vaccini anti virus dove ancora c’è grande scarsità. Nonostante abbiano ricevuto un numero pro capite di vaccini 15 volte maggiore rispetto ai Paesi dell’Africa sub-sahariana, le Nazioni del G20 non hanno assolto le loro promesse. Sulle 1,3 miliardi di dosi previste nel programma Covax per i Paesi in difficoltà, il G20 ha elargito finora solo 194 milioni di dosi. L’obiettivo proclamato dai Paesi del summit è quello di garantire e raggiungere il 70% della popolazione mondiale immunizzata contro il Covid-19.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: