Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cinque motivi per cui è il Natale giusto per regalarvi un Chromebook

in collaborazione con Samsung

Un buon rapporto qualità-prezzo, una batteria che arriva a 12 ore e un sistema operativo fatto per integrarsi con lo smartphone. È il momento di scegliere un buon alleato per affrontare il 2022

Due schermi. Uno piccolo da tenere sempre in tasca e uno più grande da usare sulla scrivania. Due schermi connessi, due schermi tra cui è facile far passare documenti, video e immagini. È questo il progetto che Samsung e Google hanno realizzato con il Galaxy Chromebook Go, il portatile con sistema operativo Google Os prodotto dalla casa sud coreana. Il primo pc con sistema operativo Google è stato lanciato, sempre da Samsung, nel 2011. Ora, dieci anni dopo la sua prima versione, è diventato uno degli strumenti più comodi per lavorare e studiare.


Il rapporto qualità-prezzo

Schermo da 14 pollici, Ram da 4 Gb ottimizzata per essere veloce come se fosse potente il doppio, batteria in grado di reggere 12 ore di utilizzo e memoria interna espandibile da 64 Gb. Il primo dato sul Samsung Galaxy Chromebook Go è che si tratta di uno dei prodotti più convenienti per il rapporto qualità-prezzo che si possono trovare sul mercato. Al momento infatti viene venduto nei negozi e negli store online a circa 250 euro. Ma non solo. Fino al 19 dicembre il Chromebook Go sarà in regalo con l’acquisto di un dispositivo Samsung a scelta tra il Galaxy S21, Galaxy Z Fold 3 e Galaxy Z Flip 3.


Un sistema operativo finalmente integrato

L’incastro tra smartphone e pc nel tandem Galaxy Chromebook e dispositivo Samsung è praticamente perfetto. I due sistemi Android e Google Os interagiscono sotto ogni aspetto, dal salvataggio dei preferiti alla condivisione delle app. Oltre a questo il Chromebook presenta anche la funzionalità PhoneHub, un’applicazione che permette di sbloccare il Chromebook Go dallo smartphone con un tocco o collegarsi facilmente all’hotspot dello smartphone. Con PhoneHub è più facile gestire lo smartphone dal pc: si può vedere lo stato della batteria, la sua posizione, le finestre aperte ed è possibile anche rispondere ai messaggi.

Resistenza e durata

Come anticipato, la batteria di questo portatile è in grado di arrivare a un’autonomia di 12 ore, 8 se ne viene fatto un uso intenso. In dotazione viene fornito anche un caricabatterie con la modalità Super Fast Charging da 45W, abbastanza per ricaricare la batteria del telefono in pochi minuti. Ma le caratteristiche che ne fanno una buona macchina per il lavoro e lo studio non finiscono qui. Samsung Chromebook Go ha una certificazione militare di tipo MIL-STD-810G che lo rende resistente agli urti, agli schizzi d’acqua, alle vibrazioni, alla bassa pressione e alla bassa temperatura. Tutto questo conservando un peso di 1,4 chilogrammi. Insomma, lo strumento ideale da mettere nello zaino tutti i giorni prima di uscire di casa.

Memoria e Sd

La memoria base del Chromebook arriva a 64 Gb. È una memoria di tipo flash, molto veloce nelle prestazioni e ottima per custodire file che si devono utilizzare. Per estenderla non serve fare complessi aggiornamenti e smontare tutto il pc. È sufficiente inserire una micro Sd della grandezza desiderata. L’unica raccomandazione che viene fatta è quella di scegliere un modello il più recente possibile e non riciclare schede di vecchi telefoni. Chi non vuole basarsi troppo sull’hardware può sempre affidarsi alla memoria di Google Drive, così da rendere ancora più fluida la comunicazione con lo smartphone. La memoria in cloud fornita da questo servizio può arrivare a supportare fino a 750 Gb al giorno.

Dentro l’ecosistema Samsung

Oltre al cloud fornito da Android, Galaxy Chromebook Go può contare anche su un altro cloud: quello garantito da Samsung. Grazie all’app SmarThings è possibile infatti raccogliere in un unico spazio digitale tutti gli strumenti Samsung, dagli elettrodomestici alla televisione. Un hub per poter gestire gli oggetti digitali presenti in casa e regolarne le impostazioni anche da remoto.