Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Università, la ministra Messa scrive agli atenei: «Sì a esami e sedute di laurea a distanza se necessario»

La nota del ministero riguarda le sessioni di gennaio e febbraio

Esami e sedute di laurea nelle università potranno essere svolti a distanza. Lo ha confermato una nota del ministero dell’Università e della Ricerca, inviata a tutti gli atenei. A gennaio e febbraio, alla luce dell’aumento dei contagi da Covid, in via del tutto eccezionale e laddove non sia possibile garantire la presenza, le università potranno prevedere lo svolgimento con modalità a distanza delle prove, delle sedute di laurea e degli esami. Questo, ha spiegato la ministra Maria Cristina Messa, «sarà possibile, come già avvenuto in altri picchi di contagio Covid, utilizzando apposite procedure e tecnologie, che garantiscono l’identificazione del candidato, la qualità e l’equità della prova e la corretta verbalizzazione finale». Il ministero ha ricordato, inoltre, che il Consiglio dei Ministri riunito ieri ha deliberato l’estensione dell’obbligo vaccinale, senza limiti di età, a tutto il personale che lavora nelle università. Per gli studenti, invece, continua a valere l’obbligo di Green pass.


Leggi anche: