Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Scuola, nuove regole in arrivo? Costa: «Stop alla Dad per i vaccinati dalle medie in su» – Il video

Il sottosegretario propone anche di non chiudere più gli istituti scolastici se la Regione entra in zona rossa

Stop tamponi agli asintomatici, basta scuole chiuse in zona rossa e niente bollettino con l’elenco generico dei contagiati. In un’intervista rilasciata oggi a Il Giornale il sottosegretario alla Salute Andrea Costa lancia un vero e proprio progetto di riforma dell’emergenza: «I cittadini sono stanchi e stremati, ora è tempo di dare prospettive positive per chi ha fatto il proprio dovere da due anni». Per Costa adesso «l’obiettivo è quello di convivere con il virus. Dunque, per prima cosa, smettiamola di fare i tamponi agli asintomatici. Non è che tutti i giorni bisogna misurarsi la febbre per capire se si ha l’influenza. Il termometro si usa solo se non ci si sente bene». E «se vogliamo la convivenza con il virus dobbiamo poter circolare liberamente, con le dovute cautele, ovviamente, cioè l’uso delle mascherine che ormai non fanno più paura a nessuno mentre sono molto importanti per impedire la trasmissione del virus».


Scuola sempre aperta, anche in zona rossa

Fermo restando che il sistema dei colori delle Regioni non venga superato, come richiesto dai governatori, il sottosegretario alla Salute si sofferma sul tema delle chiusure scolastiche in zona rossa. «Bisognerebbe tenerle sempre aperte – dice -, perché è un segnale tangibile di un Paese che non vuole tornare a chiudere. È un messaggio di fiducia e di speranza». Costa interviene anche sulla questione Dad, ritenendo che si possa scongiurare nelle classi dove c’è un numero elevato di vaccinati. «Sempre adottando le dovute cautele e senza abbassare la guardia, credo che dalle scuole medie in su, dove la platea dei vaccinati supera l’80%, tutti i ragazzi vaccinati dovrebbero stare in classe, anche se ci sono due o tre positivi – afferma il sottosegretario -. La Dad è inevitabile solo per i più piccoli quando ci sono quando ci sono contagi, perché loro sono ancora molto scoperti».


Video in apertura di Buongiorno/Sky Tg24

Leggi anche: