Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il giallo sull’ingegnere trovato morto ad Amsterdam, la polizia indaga per omicidio: «Segni di violenza, molti punti oscuri»

Paolo Moroni, ingegnere di 42 anni, che lavorava nei Paesi Bassi da anni, sarebbe morto di una morte violenta

Un ingegnere informatico italiano è stato trovato morto ad Amsterdam. Paolo Moroni, 42 anni, originario di Allumiere (Roma), lavorava da alcuni anni nella capitale olandese. Secondo quanto si apprende, il suo decesso risalirebbe al 27 gennaio. La famiglia, titolare di un ristorante nel centro della provincia di Roma, non riusciva a contattarlo da diversi giorni, fino a che la Farnesina non li ha avvisati della tragica notizia. Attualmente sono in corso le indagini della polizia olandese, che non esclude l’ipotesi omicidio: secondo le prime informazioni, ci sarebbero evidenze di una morte violenta e mantiene ancora molti aspetti oscuri. Moroni era tornato ad Amsterdam da una decina di giorni dopo aver passato un periodo in smart working ad Allumiere. Il fratello e la sorella hanno detto di averlo sentito per telefono recentemente, e di averlo «trovato tranquillo»: avevano parlato «delle foto fatte la scorsa estate» e lui non aveva lasciato trapelare «alcun segnale di preoccupazione».


Immagine di copertina: Ansa, foto di repertorio


Leggi anche: