Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il professore di filosofia No Green pass a Bologna: «Governo infame»

Gennaro Imbriano ha intrattenuto gli studenti durante la lezione di storia della filosofia contemporanea

Il docente Gennaro Imbriano, ricercatore a tempo determinato all’Università Alma Mater di Bologna, è un professore contro il Green pass. E durante la sua lezione di Storia della Filosofia Contemporanea non ha voluto nasconderlo: «Penso che sia giusto in apertura del corso, dato che oggi ci conosciamo, dirvi molto sinceramente che da membro di questa comunità sono profondamente imbarazzato – per non usare altri termini – per il fatto che esistono vostri colleghi, degli studenti che non possono accedere all’Università in ragione di quella che io considero una inaccettabile discriminazione, perpetrata da un governo che non esito a definire infame». Un governo che, insiste, «con la scusa dell’emergenza sanitaria produce – in seno al corpo sociale e anche in seno al corpo studentesco – discriminazioni e violente lacerazioni, in questo caso della vostra comunità, peraltro mentendo spudoratamente sull’emergenza sanitaria. Un governo che «sfrutta l’emergenza sanitaria con il solo scopo di nascondere l’inefficacia delle misure governative». Imbriano ha chiuso l’arringa, scandita anche attraverso Teams, così: «Secondo me voi avete anche un dovere, come giovani, come studenti, e come intellettuali – in senso ampio – di questo Paese, e in più come studenti di filosofia: il dovere morale di confrontarvi con questa situazione nei modi e nelle forme che riterrete più opportune».


Leggi anche: