Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Mondo di mezzo, l’ex sindaco di Roma Alemanno condannato in appello a un anno e 10 mesi

Un anno e dieci mesi per finanziamento illecito e traffico di influenze: è quanto ha stabilito la Corte d’Appello della Capitale

L’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno è stato condannato dai giudici della Corte d’Appello della Capitale a un anno e dieci mesi, in uno dei filoni dell’inchiesta Mondo di mezzo. Le accuse nei confronti dell’ex sindaco di Roma sono quelle di finanziamento illecito e traffico di influenze illecite. I giudici della quarta sezione penale della Corte d’Appello di Roma erano stati chiamati a ridefinire la pena dopo l’assoluzione dello scorso luglio dall’accusa di corruzione da parte della Cassazione. Dopo la sentenza della Corte d’Appello, Gianni Alemanno ha osservato che «il ridimensionamento del fatto a seguito della sentenza della Cassazione è evidente ed è estremamente importante, ma rimane l’amarezza per una condanna che a mio avviso non è giustificata perché io continuo a proclamarmi innocente». E l’ex primo cittadino della Capitale aggiunge: «Ritengo che il fatto di sollecitare i pagamenti di crediti dovuti da tempo dalla pubblica amministrazione non può essere una cosa che mi viene contestata. Attendo di leggere le motivazioni prima di fare ricorso in Cassazione».


Leggi anche: