Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Johnson senza parole davanti a una donna ucraina che chiede di fermare i bombardamenti – Il video

Secondo il “Daily Mail” la donna che ha interrotto la conferenza stampa del primo ministro del Regno Unito sarebbe uno dei vertici dell’autorità anti corruzione dell’Ucraina

Il video pubblicato su Twitter è arrivato in due ore a due milioni di visualizzazioni. Abbastanza per lasciar intendere quanto è alta l’attenzione sulla situazione in Ucraina. A Varsavia, in Polonia, la conferenza stampa del primo ministro del Regno Unito Boris Johnson è stata interrotta da una donna che ha chiesto a lui e a tutto l’Occidente di fare di più per l’Ucraina: «I bambini e le donne ucraine hanno paura per le bombe e i missili che arrivano dal cielo. Stiamo chiedendo disperatamente alle nazione dell’Occidente di proteggere i nostri cieli. Abbiamo chiesto una No Fly Zone e ci avete risposto che questo potrebbe portare alla Terza Guerra Mondiale. Ma qual è l’alternativa signor Presidente? Osservare? Qual è l’alternativa per una No Fly Zone? Come possono fare le donne ad attraversare il confine con dei bambini in braccio? Il Regno Unito ha garantito per la nostra protezione al Memorandum di Budapest».


Il memorandum di Budapest è un accordo che l’Ucraina ha firmato nel dicembre del 1994 con Stati Uniti, Regno Unito e Russia: al centro dell’intensa c’era la cessione delle testate nucleari rimaste in Ucraina dopo lo scioglimento dell’Urss. L’Ucraina si è impegnata a inviare 1.900 testate in Russia per lo smaltimento in cambio della protezione da parte delle nazioni con cui ha firmato il patto. Secondo il Daily Mail la donna che ha interrotto Johnson sarebbe stata uno dei vertici della Autorità anti -corruzione dell’Ucraina.


Leggi anche: