Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La risposta di Putin a Zelensky: «Russi e ucraini sono un unico popolo. A opporsi sono i nazisti» – Il video

Il presidente russo è intervenuto durante i negoziati tra le delegazioni di Mosca e Kiev, e a seguito della conferenza stampa del presidente ucraino

Mentre sono in corso i negoziati tra Kiev e Mosca, Vladimir Putin è intervenuto per difendere l’azione della Russia in Ucraina e lodare le forze dell’occupazione. «Sono sempre convinto che i russi e gli ucraini siano un unico popolo, nonostante gli ucraini siano spaventati dalla propaganda nazionalista. Noi stiamo combattendo i neonazisti», ha detto parlando al Consiglio di Sicurezza, e ripetendo la retorica propagandistica degli “ucraini nazisti”. Il discorso di Putin arriva poco dopo la conferenza stampa di Volodymyr Zelensky, il presidente ucraino, in una sorta di risposta mediatica. «I nostri militari forniscono corridoi sicuri per i civili, ma i neonazisti ucraini lo impediscono e stanno trattando i civili come scudi umani», ha detto. Non è la prima volta che Putin parla in questo modo: già nel discorso in cui annunciò l’invasione – lo scorso 24 febbraio – il presidente russo aveva detto di voler «denazificare» il Paese con un’operazione speciale.


Leggi anche: