Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cosa succede a Kiev sotto assedio e bombardata: «Una battaglia terribile per prenderla»

In città circola la voce di un grande assalto dei russi in arrivo. La situazione strategica

La capitale dell’Ucraina Kiev è sotto fortissimi bombardamenti da questa notte. La corrispondente internazionale della Cnn Clarissa Ward ha descritto la capitale ucraina pronta all’assedio. «Le forze ucraine», ha detto, «sono ovunque. Hanno scavato posizioni difensive lungo tutte le principali linee di comunicazione che portano in città e sparso trappole anticarro. Questa è una città fortificata ora. E anche se le forze russe sono in grado di circondarla, servirà una terribile battaglia per prenderla». Secondo il sindaco Vitali Klitschko la città dispone attualmente di risorse mediche e alimentari per soltanto una o due settimane. L’altro inviato della Cnn Matthew Chance dice che in città circola la voce che il grande assalto dei russi si avvicina.


L’esperto di geopolitica e presidente del Ce.Si Andrea Margelletti su La Stampa scrive che la decisione di disperdere la colonna di mezzi militari a pochi chilometri da Kiev aveva proprio questa logica: «Da un lato i russi potrebbero provare a distribuire le proprie forze per tentare un’offensiva multipla da più direzioni, guadagnando ulteriormente terreno verso la capitale Kiev; dall’altro lato, dato che molti di questi convogli si sarebbero diretti verso le zone rurali, abbandonando la strada principale sulla quale viaggiavano, potrebbe essere una mossa per rendere tali mezzi meno vulnerabili ad eventuali sortite ucraine. Le forze di Kiev, infatti, avevano comunque provato ad attaccare tale convoglio in diversi punti nel corso dei giorni passati».


Leggi anche: