Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Strage alla stazione di Kramatorsk: almeno 50 morti. Mosca accusa Kiev, per gli Usa il missile è russo – Il video

Mosca punta il dito contro l’esercito ucraino che avrebbe colpito i propri civili in fuga raccolti nella stazione del Donetsk. Per gli Stati Uniti non ci sono dubbi sulla matrice russa della strage

Mosca nega categoricamente di avere responsabilità nel raid che ha colpito il cavalcavia vicino alla stazione di Barvinkove, la ferrovia utilizzata per evacuare gli abitanti di Sloviansk e Kramatorsk, nella regione di Donetsk. Il bilancio è di oltre 50 morti, tra cui almeno 10 bambini, e 100 feriti. Una strage che secondo gli Stati Uniti è stata indubbiamente causata da: «un missile basilistico a corto raggio», ha spiegato il portavoce del Pentagono John Kirby: «È ancora una volta l’espressione della brutalità della Russia». Il Cremlino ha subito parlato di: «provocazione» da parte ucraina, spiegando di avere «prove evidenti che l’Ucraina è responsabile per il bombardamento di Kramatorsk». Un’azione che per il ministero degli Esteri russi confermerebbe quanto l’azione militare in Ucraina sia giustificata: «Kiev non potrà sottrarsi alle sue responsabilità». Per questo episodio, il Cremlino insiste che la comunità internazionale dovrebbe interrompere i rifornimenti di armi all’Ucraina: «e indurla al rifiuto di metodi di combattimento inammissibili».


Nei giorni scorsi molti filmati avevano mostrato la folla che si radunava intorno alla stazione per cercare di prendere il treno e scappare dalla città. Il cronista di France Presse sul posto ha riferito di aver visto i corpi di almeno 20 persone in sacchi per cadaveri. Il governatore della regione di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, ha detto che al momento dell’attacco migliaia di persone si trovavano nella stazione nella speranza di lasciare la città, minacciata da una grande offensiva russa. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha pubblicato un post su Facebook con video e foto dell’attacco. Da parte sua, il quartier generale della difesa territoriale di Donetsk ha replicato dicendo che i missili che hanno colpito la stazione sono ucraini. Poco dopo, anche il ministero della Difesa russo ha detto che i frammenti del missile appartengono a un vettore Tochka-U, «utilizzato solo dalle forze ucraine».


Leggi anche: