Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il filmato che racconta il disastro di Mariupol: «Abbiamo chiesto aiuto, non ci hanno risposto» – Il video

Secondo il sindaco i morti sono già diecimila. E le forze russe hanno bloccato i convogli umanitari

Mikhail Podolyak, consigliere del capo dell’Ufficio del presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensy, ha rilasciato un video sull’assedio di Mariupol che racconta i bombardamenti e le stragi di civili. E che si conclude con un messaggio all’Occidente: «Volevamo liberare Mariupol. Abbiamo chiesto carri armati e aerei. Non abbiamo ricevuto risposta da chi poteva darceli». Il sindaco della città Vadym Boychenko ha detto all’Associated Press che oltre diecimila civili sono morti nella cittadina. Secondo il primo cittadino il bilancio delle vittime potrebbe arrivare a superare i 20 mila, in una città da settimane sotto attacco e dove lo scarseggiare di cibo e forniture ha lasciato molti corpi sulle strade. Boychenko ha anche accusato le forze russe di aver bloccato per settimane i convogli umanitari che cercavano di entrare in città.


Leggi anche: