Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il sondaggio Swg sulla guerra in Ucraina: è colpa di Putin ma vince (di poco) il no all’invio di armi

La rilevazione per il Tg di La7: il 64% spera che lo Zar perda la guerra ma inviare armi prolunga il conflitto

Per gli italiani la guerra in Ucraina è responsabilità di Vladimir Putin ma sull’invio di armi a Kiev c’è disaccordo perché così si rischia di prolungare il conflitto e ci si espone a ritorsioni da parte di Mosca. Questi i risultati di un sondaggio di Swg per il Tg di La7. Alla domanda su come finirà il conflitto, il 64% risponde che spera che Putin perda la guerra e il 10% che la vinca, mentre il 26% si trincera dietro un “Non saprei”. Per quanto riguarda le responsabilità del conflitto, il 67% le attribuisce allo Zar e il 19% a Joe Biden, mentre l’Ucraina si trova sul banco degli imputati per il 6% degli intervistati. Ma le cose cambiano quando si parla dell’invio di armi alla resistenza ucraina. Il 46% è in disaccordo, il 43% è invece d’accordo. E il motivo del disaccordo? Non è giusto perché così si prolunga la guerra per il 24%, c’è preoccupazione per la ritorsione dei russi per il 16% mentre l’Italia dovrebbe rimanere neutrale per il 6%.


Leggi anche: