Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Condanno l’operazione militare in Ucraina»: il console russo a Edimburgo si schiera contro Putin, poi il post sparisce

AI Yakovlev ha espresso sostegno «a Kiev e a tutti i Paesi dell’Ue». Poi la smentita del Consolato Generale russo: «L’account è stato violato»

«Io, Console Generale di Russia a Edimburgo, AI Yakovlev, condanno categoricamente il comportamento dell’operazione speciale militare delle Forze armate della Federazione Russa contro lo stato sovrano e indipendente dell’Ucraina». Questa una parte del post apparso sulla pagina Instagram del Consolato Generale della Federazione Russa in un messaggio di piena solidarietà e sostegno a Kiev. Il post diffuso sul profilo ufficiale, prima accessibile a tutti e ora diventato privato, è stato salvato da diversi utenti che ora continuano a condividere l’importante dichiarazione. «Appoggio pienamente qualsiasi assistenza alle forze armate ucraine dai Paesi dell’Ue», ha continuato su Instagram il Console Generale russo.


La smentita del Consolato: «L’account è stato violato»

Poco tempo dopo della diffusione del messaggio, a intervenire sulla questione è stato lo stesso Consolato generale russo a Edimburgo: «L’account Instagram ufficiale del dipartimento è stato violato», ha fatto sapere a RBC, smentendo quindi la veridicità delle frasi pubblicate. Da parte del diretto interessato, il console generale Andrey Yakovlev, per ora non è arrivata invece alcuna dichiarazione di smentita. Già in precedenza, sulla pagina del consolato, era apparso un post in cui si affermava che Yakovlev si era opposto all’operazione in Ucraina.


Leggi anche: