Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Le forze ucraine: «La fregata russa Makarov in fiamme colpita dai nostri missili». Ma il Pentagono non conferma

«Abbiamo monitorato tutto il giorno ma non ci risulta alcuno scontro tra l’Ucraina e la Makarov», ha detto il portavoce della Difesa americana John Kirby

Dopo la vicenda della Moskva, le forze ucraine hanno diffuso la notizia di una nave russa in fiamme nel Mar Nero. Secondo le prime informazioni, si tratterebbe della fregata Admiral Makarov, che sarebbe stata colpita dai missili antinave dell’Ucraina. Stando a quanto riportato da Liveuamap, un servizio online che monitora le attività nelle aree di conflitto, sarebbero in corso operazioni di salvataggio dell’equipaggio. Il primo ad aver diffuso la notizia risulta essere stato un canale Telegram ucraino nella mezzanotte tra il 5 e il 6 maggio. Ma a rilasciare dichiarazioni sulla notizia comunicata dalle forze ucraine nelle ultime ore è stato il Pentagono che attraverso il canale Twitter comunica di «non avere alcuna informazione» sullo scontro tra i missili ucraini e la fregata russa Admiral Makarov. «Abbiamo monitorato tutto il giorno», ha aggiunto il portavoce della Difesa americana John Kirby ribadendo la mancanza di conferme su quanto diffuso da Kiev.


Nessuna conferma della notizia

L’informazione è iniziata a circolare nelle principali chat Telegram ucraine nelle ore successive. Nella mattinata di oggi, 6 maggio, diversi canali internazionali ha rilanciato la vicenda su Twitter. Nell’elenco ufficiale dei mezzi russi abbattuti fornito da Kiev, nella sezione navi ci sarebbe un +1. I media ucraini sostengono che si tratti proprio dell’Admiral Makarov. Ma i media internazionali per ora non hanno pubblicato conferme. Il portavoce del Cremlino, citato da Tass, Meduza e Gazeta, avrebbe detto di non avere notizie in merito all’attacco.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: