Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Nuova Champions, via al formato a 36 squadre a girone unico: previsti due posti in base al ranking Uefa stagionale

Si aggiungono quattro posti in più nel nuovo formato della Champions approvato dal comitato esecutivo della Uefa

Arriva il nuovo formato della Champions league, frutto della mediazione tra l’Uefa e le leghe nazionali, che avevano protestato per l’eccessivo impegno richiesto dal primo progetto del presidente Ceferin. Dalla stagione 2024/2025 la Champions si giocherà con 36 e non più 32 squadre, tutte in un unico girone che vedrà impegnati i club in otto partite, due in più rispetto al passato, ma due in meno rispetto a quanto aveva preventivato l’Uefa. Da questo girone unico le prime otto classificate si qualificheranno direttamente agli ottavi, mentre le restanti squadre fino alla 24ma posizione passeranno ai ai playoff.


Come funzionano i nuovi accessi alla Champions

A cambiare nella nuova Champions è anche il sistema di accesso. Dei quattro posti in più, solo due saranno garantiti dalla posizione nel ranking Uefa dell’ultima stagione e non più quello storico. Saranno quindi importanti i risultati nelle coppe europee per garantire un posto in più per il proprio campionato. Due posti saranno quindi assegnati ai due Paesi con il coefficiente più alto, al momento per esempio Inghilterra e Olanda. Uno andrà al club che avrà finito terzo il proprio campionato nel Paese al quinto posto nel ranking Uefa, oggi la Francia. Un altro a «una vincitrice del campionato, aumentando da 4 a 5 il numero di squadre che si qualificano attraverso il cosiddetto percorso dei “Campioni”. Infine altri due posti andranno ai Paesi che hanno ottenuto il miglior risultato collettivo della stagione precedente.


Leggi anche: