Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

I filo-russi di Cherson vogliono l’annessione alla Russia senza referendum. Kiev: «Aderiscano anche a Marte: libereremo la città»

Alla dichiarazione dei separatisti di Cherson ha risposto il consigliere di Zelensky che ha ribadito come Kiev non abbia alcuna intenzione di cedere quella parte di Paese senza combattere

«Il governo della regione meridionale di Cherson chiederà al presidente russo Vladimir Putin di renderla parte della Federazione russa», ha detto vice capo dell’amministrazione locale Kirill Stremousov citato dall’agenzia di stampa russa Tass. Una notizia che potrebbe rivelarsi cruciale soprattutto per i risvolti dei negoziati tra Russia e Ucraina. «Se la Russia dovesse annunciare uno pseudo-referendum nelle pseudo-repubbliche, (tra cui anche Cherson ndr.) l’Ucraina non prenderà parte ad alcun processo negoziale», aveva dichiarato il presidente ucraino Zelensky lo scorso 23 aprile. «Un referendum nelle regioni parzialmente occupate di Cherson e Zaporizhzhia non sarebbe utile per una soluzione diplomatica, sarebbe un passo decisamente sbagliato, testimonierebbe che tutto quanto successo prima sarebbe stato una finzione e un teatrino politico, con pessimi attori», aveva continuato in conferenza stampa.


«Salteremo anche il referendum»

Nelle ultime ore l’annuncio è arrivato direttamente dalla regione a Sud dell’Ucraina, esortando Mosca addirittura a bypassare la modalità del referendum e scegliendo per un’annessione diretta. «Il referendum che si è svolto in Crimea in modo assolutamente legale non è stato riconosciuto
dalla comunità mondiale, che ha fatto di tutto per non riconoscere la Russia come membro a pieno titolo della comunità globale», ha spiegato il vice capo dell’amministrazione militare e civile della regione Kirill Stremousov. «Pertanto, questo sarà un unico decreto basato sull’appello della leadership della regione di Cherson al Presidente russo Vladimir Putin».


«Presto una banca russa nella regione»

Durante la conferenza stampa, Stremuosov ha fatto anche sapere che le autorità della regione stiano negoziando per l’apertura di una banca russa. «Dobbiamo passare completamente al rublo. Nelle prossime settimane potrebbe essere aperta una banca nella regione di Cherson», ha dichiarato.

La reazione di Kiev

Sferzante la risposta di Kiev all’annuncio di una richiesta di annessione diretta alla Russia dell’oblast di Cherson. È stato il consigliere del presidente ucraino, Mikhailo Podolyak, a commentare il progetto dei filo-russi locali: «Possono anche chiedere che la città sia annessa a Marte o Giove – ha detto il consigliere di Zelensky citato dall’agenzia Interfax Ucraina – ma l’esercito ucraino la libererà, a dispetto di qualsiasi cosa dicano»

Leggi anche: