Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Negoziati di pace, il Cremlino valuta il piano dell’Italia. Kiev: «Accordo solo con sovranità e senza cessioni territoriali»

La proposta italiana sui negoziati di pace sarebbe sotto esame del Cremlino, mentre Kiev insiste nel ribadire le proprie condizioni per riavviare una vera trattativa con Mosca

«Qualsiasi piano di pace che non preveda la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina non è un piano sostenibile». A dirlo è la prima viceministra degli Esteri ucraina, Emine Dzhaparova, nel corso di una conferenza alla Fondazione Luigi Einaudi. «So che si è discusso» del piano italiano per la pace in Ucraina – ha aggiunto – Accogliamo con favore qualsiasi iniziativa che possa portare la pace». A un patto, ovvero che nessuno tocchi l’integrità territoriale e la sovranità. «Non possono essere negoziate». «Qualsiasi piano che possa prevedere confini diversi (da quelli attuali), qualsiasi piano di pace che non preveda la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina, non è un piano sostenibile», ha detto. «Noi siamo pronti a qualunque sforzo e pensiamo che gli sforzi diplomatici debbano andare avanti». Intanto si apprende che Mosca «sta studiando il piano dell’Italia per risolvere la situazione in Ucraina». A dirlo è stato il viceministro degli Esteri russo, Andrei Rudenko, secondo quanto riportato dall’Interfax.


Foto in copertina di repertorio


Leggi anche: