Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Verso la quarta dose per tutti a settembre, il vicepresidente di Moderna: «Sarà vaccino bivalente anche contro Omicron»

Il vicedirettore della casa farmaceutica statunitense ha parlato del booster in fase sperimentale: «Unisce il vaccino originale e uno contro Omicron»

La quarta dose potrebbe arrivare in autunno e potrebbe essere quella di un vaccino «bivalente». A dirlo al Corriere della Sera è Dan Staner, vicepresidente della casa farmaceutica statunitense Moderna. L’8 giugno ha pubblicato i dati di un trial con un nuovo booster che unisce il vaccino originale contro il Covid-19 e uno mirato contro Omicron (appunto bivalente). L’obiettivo dell’azienda è di ottenere l’approvazione entro l’estate. A quel punto, spiega Staner, nel giro di un paio di mesi potrebbe essere disponibile. Già a dicembre, Staner aveva indicato giugno come il mese possibile per avere il vaccino efficace contro la variante Omicron. «Credo che l’Italia potrà ricevere le dosi del nuovo vaccino a settembre, se le autorità lo approveranno entro l’estate», ha detto il vicepresidente. Moderna, che sta avviando dialoghi con l’Italia per decidere se puntare o meno su un aumento della produzione nel nostro Paese, assicura che non ci sarà un aumento dei costi con questo vaccino. «Il vaccino bivalente avrà lo stesso prezzo che abbiamo negoziato con gli Stati membri dell’Unione europea e la Commissione europea per il vaccino originale, secondo le quantità concordate», ha spiegato Staner.


Leggi anche: