Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Bufera su Pornhub, si dimettono i vertici: «Video di violenze sessuali e con minorenni»

Due top manager hanno lasciato i loro incarichi dopo le accuse di non essere riusciti a bloccare e rimuovere i contenuti illegali dalla piattaforma

È ancora bufera su Pornhub, uno dei maggiori siti pornografici al mondo. La piattaforma è accusata di non essere riuscita ad arginare il caricamento e la diffusione dei video che ritraggono persone minorenni e rapporti non consensuali. E così, il Ceo Feras Antoon e il Coo David Tassillo, come riportato da Variety, hanno assegnato le loro dimissioni, ma resteranno azionisti di MindGeek, la società lussemburghese a cui fa capo Pornhub. Secondo quanto riferito dal Wall Street Journal, le dimissioni dei due top manager non sarebbero correlate alle accuse contro la società per aver consentito la pubblicazione dei video. Un portavoce della compagnia ha infatti riferito a Variety che MindGeek stava pianificando un cambio di leadership dall’inizio del 2022.  Pornhub è stato a lungo criticato per aver ospitato video in cui erano presenti bambini, minorenni, vittime di aggressioni sessuali e adulti ripresi senza il loro permesso. 


Il report del New Yorker

Le dimissioni di Antoon e Tassillo arrivano a seguito della pubblicazione da parte del New Yorker di un rapporto in cui sono stati descritte nel dettaglio le falle nel sistema di moderazione dei contenuti dell’azienda, che non è riuscito ad arginare la diffusione dei video che ritraggono persone minorenni e rapporti non consensuali. Nel report del New Yorker vengono raccontate le esperienze di giovani donne (anche minorenni all’epoca delle riprese) che hanno richiesto alla piattaforma di rimuovere i video che le riguardavano, senza però riuscirci sempre. Oltre a Pornhub, la società MindGeek ha anche il controllo di RedTube e YouPorn. La società è stata oggetto di diverse azioni legali negli ultimi anni in California dove è stata accusata di aver violato le leggi federali e di pedopornografia. 


Leggi anche: