Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il Manchester City acquista il Palermo attraverso la City Football Group

La City Football Group, che fa capo allo sceicco Mansour Al Nahyan, è la holding che fa capo al club inglese del Manchester City. Sono loro i nuovi proprietari del Palermo.

Gli sceicchi del Manchester City sbarcano in Italia. Più precisamente in Sicilia, a Palermo. La City Football Group – la holding di proprietà di Mansour bin Zayed Al Nahyan – collegato direttamente alla squadra inglese allenata da Pep Guardiola, sta per rilevare le quote di maggioranza del Palermo Calcio che alla fine della scorsa stagione ha raggiunto la promozione in Serie B. La firma dei contratti è prevista nel pomeriggio di venerdì 1° luglio e segna un passaggio di consegne storico nella storia della società palermitana. City Group acquisirà l’80% della società per un esborso totale di 13 milioni di euro. Subito dopo l’insediamento la nuova proprietà si presenterà al pubblico italiano in una conferenza stampa convocata per lunedì 4 luglio alle 11: all’evento saranno presente il Ceo di City Group, Ferran Soriano, il presidente Mirri oltre all’Avvocato Galassi – entrerà a far parte del Consiglio d’Amministrazione del club – e gli altri advisor che hanno contribuito alla buon esito dell’affare, Giovanni Gardini e Michele Centenaro. Proprio Gardini è la figura designata per ricoprire il ruolo di nuovo Amministratore Delegato.


Progetto Palermo City

EPA/ANDREW YATES | Il capitano del Manchester City Fernandinho alza il trofeo della Premier League vinto nella stagione 2021/2022, Manchester, Inghilterra, 22 maggio 2022

La scelta di investire nel Palermo rappresenta un’apertura ad un mercato ancora inesplorato per City Football Group, come quello del calcio italiano. L’interesse del gruppo però non riguarda soltanto la squadra di Palermo, ma l’intera città che verrà resa protagonista di iniziative volte a migliorare la vivibilità (in particolare si investirà sulle infrastrutture) e creare una solida base per investimenti futuri. In questo senso il primo obiettivo è la ristrutturazione dello stadio Renzo Barbera che, nei piani della nuova proprietà, si trasformerà in una struttura moderna in conformità con gli standard Uefa. L’impianto diventerà il vero e proprio quartier generale del Palermo e, a breve, verrà avviato l’iter burocratico necessario per iniziare i lavori di ristrutturazione


Un impero del calcio

Mansour non ha investito solo nel calcio inglese e in quello italiano. Sono addirittura 11 le società controllate dallo sceicco di Abu Dhabi attraverso il City Group: Manchester City, New York City, Melbourne City, Yokohama F. Marinos, Montevideo City Torque, Girona Fc, Sichuan Jiuniu FC, Mumbai City FC, Lommel SK, ESTAC Troyes. Una ‘scuderia’ di club a cui adesso si aggiunge anche il Palermo. L’ennesima pedina su uno scacchiere che vede il City Football Group presente in dieci nazioni differenti. Un’espansione mirata che sembra destinata a proseguire anche nei prossimi anni.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: