Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Genova, gelo a un convegno in sinagoga dopo la frase dell’assessora Rosso: «Sapete perché gli ebrei hanno un naso grande?»

La presidente della comunità ebraica del capoluogo ligure invierà una lettera al sindaco Bucci: «Sono stupita, non era questo il modo di intervenire»

Lorenza Rosso, assessora ai Servizi sociali di Genova, è ospite della sinagoga del capoluogo ligure per la Giornata della cultura ebraica. Fa un intervento in quanto rappresentante del Comune. Per concludere, la donna decide di raccontare «una storiella che un amico ebreo mi aveva raccontato». Qui si addentra in quella che, nelle sue intenzioni, sarebbe una battuta per accomunare la presunta avarizia di genovesi ed ebrei. «Sapete perché gli ebrei hanno un naso grande? Perché l’aria è gratis. Direi che questo accomuna ancora di più le nostre comunità». Il silenzio che segue è imbarazzante, la barzelletta antisemita rievoca uno dei luoghi comuni sugli ebrei fomentati dalla propaganda fascista. La presidente della comunità ebraica di Genova, Raffaella Petraroli, si dice esterrefatta: «Non era questo il modo di intervenire». Petraroli annuncia che invierà una lettera – che non sarà resa pubblica – al sindaco Marco Bucci: «Ho giudicato quell’uscita infelice e inadeguata. Ma non voglio dire di più». Intanto, dal centrosinistra cittadino, arriva la richiesta di dimissioni dell’assessora: «Non è accettabile che una rappresentante del governo della città usi toni irrisori nei confronti di una comunità civile e religiosa, utilizzando stereotipi che fanno ripensare alla più bieca propaganda antisemita – scrivono in una nota Pd, Genova civica, lista Rosso verde, Movimento 5 stelle -. Non è accettabile che si parli di ciò che accomuna la città alla comunità ebraica: tutte le realtà genovesi sono la città, nel suo complesso. E ne costituiscono la ricchezza, al di là dell’ignorante propaganda del localismo ad ogni costo e dell’identità autocostruita a suon di folklore. Esprimiamo la nostra solidarietà alla comunità ebraica tutta. Nel contempo – concludono – chiediamo all’assessora Lorenza Rosso di rassegnare le dimissioni. Non è evidentemente all’altezza di rappresentare le genovesi e i genovesi».


Foto in evidenza: la Sinagoga di Genova – Foto Wikimedia


Continua a leggere su Open

Leggi anche: