Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cambia il test per medicina, la prova ad aprile anche al quarto anno delle superiori: come funziona

Non più un concorso unico, come quello dello scorso 6 settembre, ma l’ammissione avverrà dopo il superamento di un test online presso la sede scelta dal candidato anche se diversa da quella di immatricolazione

Per accedere al prossimo anno accademico delle facoltà di Medicina, Odontoiatria e Veterinaria non ci sarà più un concorso unico, ma una nuova prova d’esame chiamata «Tolc», cioè Testo OnLine Cisia. Una pratica già adottata dagli atenei per l’accesso ad altri corsi di laurea e che ora entra in vigore per gli aspiranti operatori sanitari come previsto dalla riforma voluta dalla ministra dell’Università Cristina Messa. Previste due sessioni di esame per aprile e luglio 2023, in occasione delle quali il candidato potrà ritentare l’ingresso al corso di laurea anche se escluso dopo il primo tentativo. Come aveva anticipato la stessa ministra lo scorso giugno a Napoli: «I tre-quattro test mostreranno un punteggio che ti fa capire se vuoi fare il medico o se non è il tuo mestiere», aveva detto la ministra nel suo intervento. Resta invariato il numero chiuso, tema di discussione anche nell’ultima campagna elettorale e contestato innanzitutto da Lega e Fratelli d’Italia che ne vorrebbero l’abolizione.


Chi potrà partecipare?

Potranno partecipare ai Tolc tutti coloro che sono iscritti all’ultimo e penultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado e chi è in possesso di un diploma. Secondo il decreto, due saranno le sessioni di svolgimento dei test: per il 2023 sono fissate nei mesi di aprile e luglio. Le date precise verranno stabilite entro il mese di novembre 2022. In ciascuna sessione, gli aspiranti camici bianchi dovranno effettuare il test in presenza, cioè presso la sede scelta dal candidato anche se diversa da quella della futura immatricolazione. Situazione diversa, però, per i candidati dei Paesi Ue residenti all’esterno. Quest’ultimi dovranno svolgere il test di ammissione nella struttura in cui intendono entrare a far parte della graduatori di merito. 


Le prove dureranno 90 minuti

Sia per accedere a medicina, ma anche odontoiatria e veterinaria, le prove dureranno 90 minuti. 50 sono i quesiti previsti, divisi in quattro principali sezioni: comprensione del testo e conoscenze acquisite negli studi, biologia, chimica e fisica, matematica e ragionamento. Una volta terminata la prova il candidato dovrà compilare, online, l’istanza di inserimento nella graduatoria di merito. 

Continua a leggere su Open

Leggi anche: