Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia
MONDO AnnessioneAstensioneCinaMoscaNew YorkONUReferendumRussiaUcrainaUSA

Consiglio Onu, la mozione contro le annessioni di Mosca bloccata dal veto della Russia. La Cina si astiene

Il testo redatto da Usa e Albania per condannare «la farsa» del referendum ha ottenuto dieci voti favorevoli. Ad astenersi anche Brasile, India e Gabon

La risoluzione al consiglio di sicurezza Onu contro i referendum “farsa” russi e l’annessione di territori ucraini è stata bocciata per il veto di Mosca. Ad astenersi invece è stata la Cina insieme a Brasile, India e Gabon. La mozione presentata da Usa e Albania ha ottenuto dieci voti a favore. In serata Il Consiglio di Sicurezza Onu aveva cominciato l’esame della risoluzione di condanna delle annessioni in Ucraina, testo su cui la Russia ha deciso di porre il veto. La bozza di risoluzione è stata redatta da Stati Uniti e Albania e faceva appello a tutti gli Stati e organizzazioni affinché «non riconoscano una pseudo-annessione» delle quattro regioni ucraine alla Russia (Donetsk, Lugansk, Zhaporizhzhia e Cherson). La Cina tra gli astenuti ha spiegato tramite il funzionario di Pechino la scelta presa in Consiglio: «Siamo coerenti e chiari: la sovranità e l’integrità di ogni territorio vanno salvaguardate», ha detto il rappresentante. «La priorità è fare tutto il possibile per abbassare la tensione e portare le parti ai negoziati. Ogni iniziativa del Consiglio di sicurezza deve essere presa per facilitare una soluzione». Anche il Gabon ha spiegato la sua astensione ribadendo la necessità di «una soluzione diplomatica tra i due Paesi». A commentare il veto posto dalla Russia è stata la stessa Kiev: «Il rappresentante della Russia è stato l’unico ad alzare la mano per negare la realtà di uno spettacolo di marionette andato in scena oggi in un tentativo di negare l’ovvio», ha detto il rappresentante dell’Ucraina al Consiglio di sicurezza. «La realtà è molto diversa. Putin ha cercato di prendere territori che non è riuscito a controllare fisicamente».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: