Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La Corea del Nord lancia un missile verso il Giappone: scatta l’allarme in due regioni, tutti nei rifugi – Il video

Il missile ha sorvolato l’area settentrionale del paese. Sembra che sia un Icbm. Treni fermi e sirene accese

La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico non meglio identificato verso il Giappone. Il governo di Tokyo ha invitato la popolazione delle due regioni di Hokkaido e Aomori, potenzialmente interessate ad un eventuale impatto, ad abbandonare le abitazioni e a mettersi al riparo. Il missile avrebbe sorvolato nella tarda serata l’area settentrionale dell’Arcipelago giapponese. Secondo le autorità nipponiche sarebbe caduto in punto non precisato del mar del Giappone. Il razzo sarebbe un Icbm, ovvero un missile balistico intercontinentale (Intercontinental Ballistic Missile). Alcuni filmati delle sirene in azione e degli avvisi di trovare un riparo si trovano sui media giapponesi e su Twitter.


Icbm: Intercontinental Ballistic Missile

L’emittente tv Asahi sostiene che si tratta di un missile che si usa per il trasporto a lungo raggio di ordigni nucleari. Capace, grazie appunto a traiettorie balistiche, di raggiungere altezze significative e quindi di coprire una gittata superiore ai 5500 km. Il test è andato in scena al largo della costa orientale della Corea del Nord, secondo i rilievi dello stato maggiore sudcoreano e giapponese. Il missile si sarebbe inabissato nell’Oceano Pacifico a 3mila chilometri dal Giappone e non sarebbe stato necessario abbatterlo. Ma l’allerta scattata dopo il lancio del missile nordcoreano avrebbe anche provocato, riporta Reuters, la momentanea interruzione del traffico ferroviario nelle zone interessate nel nord del Giappone. Si tratta del quinto test in dieci giorni da parte di Pyongyang. Secondo gli analisti è una dimostrazione di forza in seguito alle esercitazioni navali congiunte antisommergibile di Giappone, Usa e Corea del Nord della scorsa settimana. Nessuna vittima secondo le autorità giapponesi. L’iniziativa ha comunque fatto scattare il sistema di allerta, con messaggi televisivi che avvertivano gli abitanti delle zone interessate a recarsi nei rifugi più vicini. Il portavoce del governo nipponico, Hirokazu Matsuno, ha spiegato che il missile ha sorvolato la regione di Tohoku, senza provocare danni o feriti. Il primo ministro giapponese, Fumio Kishida, ha parlato di «un atto di violenza che condanniamo con fermezza».


La condanna

Il missile, riporta l’agenzia di stampa Ansa, potrebbe essere del tipo a medio raggio, raggiungendo un’altitudine di 1.000 chilometri, e aver viaggiato per circa 4 mila chilometri. Ha sorvolato il Giappone prima di cadere in mare fuori dalla Zone economica esclusiva del paese. Ovvero a circa 3.000 chilometri dalla costa nord-occidentale della prefettura di Aomori. Il principale operatore ferroviario nipponico ha fermato in via precauzionale i servizi dei treni superveloci Shinkansen nel nord dell’arcipelago. Il premier Kishida ha detto che raccoglierà informazioni con i paesi alleati, in primis gli Stati Uniti. Il programma missilistico e nucleare della Corea del Nord è vietato dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Che ha deciso di imporre sanzioni al Paese eremita. Lo scorso sabato la Corea del Sud, alleato di Washington, aveva celebrato il Giorno di festività nazionale delle Forze armate. Si è svolta una parata militare, con il dispiego di armi avanzate, inclusi lanciarazzi multipli, missili balistici, carri armati, droni e gli aerei da caccia statunitensi F-35. Secondo Seul, il regime di Pyongyang starebbe completando i preparativi per un test nucleare. La Corea potrebbe intraprenderlo nelle date a cavallo tra il Congresso del Partito Comunista cinese di questo mese e le elezioni di medio termine negli Stati Uniti a novembre.

La traiettoria

Il missile balistico lanciato dalla Corea del Nord è il primo a sorvolare il Giappone dal settembre del 2017. L’agenzia Kyodo spiega che il razzo ha sorvolato il nordest del Paese e che nelle scorse ore il governo di Tokyo ha chiesto agli abitanti dell’isola di Hokkaido e della prefettura di Aomori di mettersi al riparo. Il ministro della Difesa del governo di Tokyo, Yasukazu Hamada, ha spiegato ai giornalisti che il missile ha raggiunto un’altitudine di 1.000 chilometri e una distanza di 4.600 chilometri, la traiettoria più lunga mai coperta da un missile a medio raggio lanciato dalla Corea del Nord. Hamada ha precisato che il missile ha sorvolato il Giappone per circa un minuto ed è finito nell’Oceano Pacifico. La Corea del Nord, ha aggiunto, potrebbe aver lanciato un missile balistico a medio raggio Hwasong-12, già testato quattro volte in passato da Pyongyang. Il portavoce del governo di Tokyo, Hirokazu Matsuno, ha denunciato quella che viene considerata una «minaccia incombente» per la regione e la comunità internazionale. Tokyo ha subito protestato formalmente con Pyongyang tramite l’ambasciata a Pechino, ha precisato Matsuno.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: