Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’esordio con gaffe di Pichetto Fratin: confonde il Consiglio d’Europa con il Consiglio Ue e sbaglia il nome del mercato del gas – Il video

Il neo ministro dell’Ambiente si trova oggi in Lussemburgo per il suo primo vertice dell’Energia

Il nuovo ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, il forzista Gilberto Pichetto Fratin, partecipa oggi al suo primo vertice europeo sull’energia. Insieme a lui, in Lussemburgo, c’è anche il ministro uscente Roberto Cingolani, che introdurrà Pichetto Fratin ai suoi omologhi europei e continuerà a collaborare con il governo nelle vesti di consigliere. Alla sua prima uscita pubblica in Ue, però, il neo ministro dell’Ambiente sembra fare un po’ di confusione sui temi da discutere con i suoi nuovi colleghi europei. «A seguito del Consiglio d’Europa di qualche giorno fa, in cui stato raggiunto un accordo tra i ministri…», esordisce Pichetto Fratin. Il vertice a cui fa riferimento, però, non è affatto il Consiglio d’Europa – un’organizzazione internazionale fondata nel 1949 per evitare un ritorno della guerra – ma il Consiglio Europeo, il vertice che riunisce i leader dei 27 Paesi Ue per definire l’agenda politica dell’Unione Europea sui diversi temi. «Uno degli obiettivi – prosegue il neo ministro – è superare l’attuale sistema del TTE». Anche in questo caso, però, Pichetto Fratin fa confusione. L’acronimo a cui si riferisce è il TTF, che sta per Title Transfer Facility e indica il mercato all’ingrosso del gas naturale – con sede a Amsterdam, nei Paesi Bassi – che rappresenta il principale riferimento sui prezzi del metano per l’Italia e il resto dei Paesi europei.


Foto di copertina: EPA / JULIEN WARNAND | Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, al suo primo Consiglio europeo in Lussemburgo


Continua a leggere su Open

Leggi anche: