Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! Questi combattenti ucraini a Cherson non sono nazisti (e tra di loro c’è un soldato americano bisessuale)

Il nome del gruppo riprende quello di un compositore tedesco che prese le distanze dal nazismo e aiutò gli ebrei

Un teschio su sfondo nero, occhi iniettati di sangue e nome in tedesco. Il tutto su una bandiera rossa e nera. Sopra lo stemma il nome della divisione militare: Furtwängler. Questo è quello che si vede in una foto che ritrae alcuni militari ucraini a Cherson, in occasione della sua liberazione dagli occupanti russi avvenuta tra il 10 e l’11 novembre. Ad alcuni utenti sui social è bastato il nome in tedesco della divisione militare per tracciare un parallelo tra questa e il nazismo. Associazione che si è poi diffusa a buona parte dell’esercito ucraino, come suggerisce la propaganda del Cremlino, che usa la presunta massiccia presenza di nazisti in Ucraina per giustificare l’invasione del Paese in corso da febbraio.

Per chi ha fretta:

  • Un gruppo di militari ucraini è accusato sui social di essere nazista a causa del nome: Furtwängler.
  • Willhem Furtwängler era un compositore che visse nella Germania Nazista, ma non approvò mai l’operato del regime.
  • Il suo nome è stato scelto per l’apprezzamento del gruppo nei suoi confronti. I membri della divisione scrivono musica classica nel tempo libero.
  • Nella divisione combatte anche un soldato bisessuale.
  • I colori della bandiera riprendono quelli dell’Esercito insurrezionale ucraino, formazione nazionalista che però combatté anche contro i nazisti tedeschi.

Analisi

L’immagine mostrata di seguito è stata utilizzata per sostenere che i soldati ucraini siano nazisti sia su Telegram, che su Twitter e Facebook (qui e qui). Vediamo lo screenshot di uno dei post. Nella descrizione si legge:

«I media polacchi mostrano foto dalla città di Cherson. “Mostrano riferimenti a simboli che non sono nemmeno nazionalisti, ma neonazisti. Ciò che sembrava inimmaginabile solo pochi anni fa sembra essere diventato un luogo comune. Nessuno si indigna, nessuno commenta” – Politologo ed ex membro polacco del Sejm Mateusz Piskorsky»

Dove e quando è stata scattata la foto?

Ma si tratta veramente di simboli nazisti? Cerchiamo di capirlo. Innanzitutto è necessario verificare se veramente la foto dei militari sia stata scattata a Cherson in occasione della liberazione della città. La conferma si ha guardando alla bandiera ucraina che sventola in cima al monumento, sia nella foto diffusa su Twitter, che in quelle della liberazione. Come esempio abbiamo scelta quella usata dalla Cnn. Durante l’occupazione, infatti, i simboli ucraini erano stati sostituiti da equivalenti russi, e solo durante la liberazione la bandiera gialloblu è tornata a svettare sulla città.

Chi è Furtwängler?

Detto ciò, il primo elemento che attira l’attenzione è il nome sulla bandiera che uno dei militari tiene in mano. Cercandolo su Google si scopre che Gustav Heinrich Ernst Martin Wilhelm Furtwängler è stato un importante compositore e direttore d’orchestra tedesco, nato nel 1886 e morto nel 1954. Sebbene non abbia mai sposato gli ideali del nazismo, fu tra i pochi importanti musicisti a non lasciare la Germania durante il periodo in cui l’ideologia politica prese piede. Non fu mai cacciato, perseguitato, o fatto tacere, dato avrebbe dato un’impressione eccessivamente dura del regime, ma Furtwängler si espresse sempre contro l’antisemitismo e l’ubiquità del simbolismo nazista. Viene già meno, quindi, il principale indizio che i complottisti usano per sostenere che la divisione sia un nucleo nazista. Tuttavia, c’è di più.

I nazisti amici del “battaglione unicorno”?

Cercando informazioni sulla divisione militare è possibile imbattersi in un thread su Reddit in cui un utente sostiene che uno dei membri della divisione sia bisessuale. L’uomo in questione è un combattente statunitense veterano dell’Iraq di nome Eddy Etue (@eddy_e2 su Instagram).

Scorrendo il suo profilo ci si può imbattere in alcuni post, ad esempio questo, in cui si nota l’effige di un unicorno sulla manica dell’uniforme. Lo stemma denota i combattenti parte della comunità Lgbtq+ in Ucraina, come spiega questo articolo di Reuters. Ad ulteriore conferma dell’orientamento sessuale di Etue c’è un highlight sul suo profilo, nel quale il veterano condivide il post di una pagina Instagram chiamata Lgbtqmilitary che lo ritrae.

La conversazione con il comandante e le risposte

Se Etue fosse veramente parte della divisione Furtwängler, sarebbe un chiaro segno che l’orientamento politico del gruppo non può essere il nazismo, che non vedeva di buon occhio gli orientamenti sessuali diversi dall’eterosessualità. A questo punto, quindi, cerchiamo conferma della sua potenziale presenza tra i Furtwängler. Lo facciamo chiedendolo direttamente a loro, tramite la loro pagina Instagram. Di seguito sono riportati gli screenshot della conversazione e la traduzione delle risposte del comandante della divisione.

Il comandante conferma che Etue fa parte della divisione, smentendo le accuse di nazismo, e spiega che è stato scelto il nome di un compositore per la passione per la musica classica che accomuna i membri del gruppo. Nel tempo libero, infatti, il battaglione scrive brani che poi vengono suonati da altre divisioni militari ucraine.

«I understood the text, but I will answer in Ukrainian because it will be easier that way. As a unit commander, I don’t think that anyone should draw such parallels at all, with the same success we could have used the nickname of a Soviet composer or any other.»

«That’s why I personally don’t really care who thought what»

«Exactly»

«We write music which is then played by the artillery band»

«Just an analogy between finding goals and putting them on a map with the process of writing classical music. Well, obviously love for a specific conductor and composer whose name is on our banners»

«OUN UPA»

Ulteriore conferma della presenza di Etue la riscontriamo nel profilo del soldato americano, dove pubblica un selfie mostrando il simbolo del gruppo:

La figura di Furtwängler

La divisione stessa, quindi, spiega che il nome di Furtwängler è stato scelto semplicemente perché i membri del gruppo hanno un apprezzamento per il compositore e la musica classica in generale. «Ma avremmo potuto scegliere anche un compositore sovietico o qualsiasi altro». Il comandante, poi, nega che vi siano legami tra il gruppo e il nazismo nella maniera più categorica. «Non credo che si dovrebbero tracciare paralleli di questo tipo», dichiara.

Un profilo storico del compositore tedesco viene riportato in un articolo del New York Times del 2021. Furtwängler non si unì al partito nazista, protestò contro le espulsioni dei musicisti ebrei e prese le distanze dal regime tedesco per le sue posizioni razziali. Nel libro di Sam Shirakawa, “The Devil’s Music Master“, vengono riportati gli sforzi del compositore per salvare le vite dei cittadini ebrei. Messo sotto processo a fine conflitto, venne dichiarato innocente. Gli vennero offerti incarichi presso istituzioni musicali sia a New York che a Chicago nel 1949, ma nonostante fosse scagionato dall’essere un nazista venne contestato con tale accusa.

Infine, il comandante spiega la scelta dei colori nero e rosso nella bandiera. Si tratta di un omaggio all‘Esercito insurrezionale ucraino (UPA), gruppo certamente controverso che nel suo percorso storico aveva combattuto per l’indipendenza dell’Ucraina contro i sovietici e contro i nazisti tedeschi.

Conclusioni:

Il nome che appare nella foto è quello di un compositore tedesco contrario alle ideologie naziste. Tra le loro fila milita anche un soldato bisessuale. Mentre i colori sono quelli di un gruppo nazionalista ucraino che combatté anche contro i soldati di Hitler per liberare il Paese.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: