Lecce, uno studente è entrato nel registro elettronico per cambiare un brutto voto: i sospetti della preside

Un’indagine interna proverà a ricostruire come abbia fatto lo studente a violare il sistema. E non è escluso che i casi possano essere stati diversi prima di quello già scoperto

Il voto che cambia, passando da insufficiente a sufficiente, e subito dopo parte la notifica arrivata alla docente di violazione del sistema del registro elettronico. È stato più di un insegnante del liceo scientifico “Leonardo Da Vinci” di Maglie, in provincia di Lecce, ad aver segnalato il fenomeno alla dirigenza della scuola, dove la preside Annarita Corrado sarebbe ormai sempre più convinta che dietro quelle curiose incursioni informatiche ci sia almeno uno studente. In un caso in particolare, infatti qualcuno si è introdotto nel sistema informatico della scuola per modificare l’esito di una verifica in classe non andata come sperato. Come riporta il Mattino, lo studente sospettato sarebbe riuscito a entrare nel sistema protetto da una password per poi manomettere il voto. Non è però escluso che il ragazzo possa aver avuto dei complici. Rimane da capire, infatti, quante e quali valutazioni siano state manomesse e, in caso, quali cambiamenti sono stati apportati. Di certo c’è che per il momento nei confronti del ragazzo sarebbero stati già presi i primi provvedimenti: «Abbiamo appreso che uno dei ragazzi, probabilmente una sola persona, è riuscito ad entrare nel sistema del registro informatico. Al momento non sappiamo come e fortunatamente non ci sono conseguenze dannose, si deve ancora accertare la dinamica, capire come sia potuto succedere e poi provvedere a tutti gli accertamenti, nel rispetto della privacy dei minori coinvolti».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: