Ucraina, Giorgia Meloni torna a condannare la Russia: «Mosca si accanisce contro le infrastrutture civili»

In occasione dei 90 anni dell’Holodomor di Stalin la presidente del Consiglio definisce gli attacchi russi azioni inaccettabili

«Nel giorno della ricorrenza dei 90 anni dell’Holodomor, lo sterminio per fame di milioni di ucraini voluto dal regime sovietico di Stalin, il pensiero va ai milioni di ucraini, in gran parte anziani e bambini». Sono le parole di Giorgia Meloni che in una nota manifesta vicinanza al popolo di Kiev attualmente «privato in pieno inverno di elettricità acqua e riscaldamento» a causa dei bombardamenti russi che si «accaniscono volutamente sulle infrastrutture civili». Per la presidente del Consiglio si tratta di «azioni inaccettabili e in violazione del diritto internazionale che rafforzano la convinzione di sostenere il popolo ucraino nella sua battaglia per la libertà e la sopravvivenza». Fin dall’inizio del suo mandato Meloni ha ribadito la sua solidarietà alla cittadinanza ucraina. Nel frattempo, in Ucraina continuano gli attacchi missilistici russi. Anche se, nelle ultime 24 ore, sono stati respinti otto insediamenti nell’est del Paese, vicino a Yakovlivka, Soledar, Bakhmutske, Bakhmut, Opytne, Pervomaiske, Krasnohorivka e Nevelske, secondo quanto riferisce lo Stato Maggiore delle Forze Armate di Kiev. Stando ai dati dello Stato Maggiore, solo nella giornata di ieri, 25 novembre, le forse di Mosca «hanno lanciato 11 missili, sette raid aerei e oltre 50 attacchi con sistemi di artiglieria a lancio multiplo».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: