Elon Musk contro Apple: «Perché ha bloccato la pubblicità su Twitter?». Poi diffonde fake news sulla Cnn e irride l’emittente

«Odiano la libertà di parola in America?», ha chiesto il magnate riferendosi allo stop imputato al colosso gestito da Tim Cook

«Apple ha praticamente quasi stoppato la pubblicità su Twitter. Odiano la libertà di parola in America?». Così Elon Musk sul social network, di cui è diventato il proprietario, si scaglia contro il colosso statunitense. «Apple ha minacciato di bloccare Twitter sull’Apple Store, ma non ci hanno detto perché», continua il magnate nella serie di tweet pubblicati sull’argomento. «Cosa succede Tim Cook?», esorta il miliardario rivolgendosi direttamente all’amministratore delegato di Apple. In uno dei post mostra un video parodia del monopolio di Apple mentre in un altro lancia un sondaggio nel quale chiede ai follower di esprimersi sulla possibilità che Apple possa pubblicare tutte le sue azioni di censura nei confronti dei clienti.


La fake news diffusa da Musk contro la Cnn

Intanto nelle ultime ore è stata la Cnn a restituire un attacco a Musk, o meglio a difendersi dalla fake news che il proprietario di Tesla aveva diffuso sui social riferendosi all’emittente televisiva statunitense. Il rimprovero rivolto a Musk è stato per il tweet che dimostrava falsamente che la Cnn aveva mandato in onda il messaggio: «Elon Musk potrebbe minacciare la libertà di parola su Twitter consentendo letteralmente alle persone di parlare liberamente». I lettori online hanno rapidamente sottolineato che l’immagine utilizzata da Musk, pubblicata per la prima volta ad aprile, era falsa e che nessun titolo del genere era stato pubblicato sulla rete. A rivolgersi direttamente al magnate è stato il dipartimento della comunicazione della Cnn: «Questo titolo non è mai apparso sulla Cnn. Cerca di essere migliore». Musk non ha tardato a rispondere, irridendo l’emittente: «Lmaoooo».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: