Falso allarme parto in volo, 28 persone fuggono dall’aereo dopo l’atterraggio a Barcellona – Il video

L’aereo, che volava tra Casablanca e Istanbul, ha effettuato uno scalo di emergenza dopo che una donna incinta aveva simulato di essere entrata in travaglio

Sono 12 le persone ricercate in Spagna per essersi date alla fuga all’aereoporto di Barcellona, dopo che l’aereo su cui volavano aveva effettuato un atterraggio d’emergenza per una presunta urgenza medica, rivelatasi poi un falso allarme. Alcuni passeggeri di un volo commerciale della linea Pegasus, proveniente da Casablanca, in Marocco, e diretto a Istanbul, in Turchia, hanno approfittato di uno scalo di emergenza in Spagna per fuggire dall’aereo. L’episodio è avvenuto alle 4:30 del mattino di ieri, 6 dicembre, all’aeroporto di El Prat di Barcellona, quando 28 persone hanno abbandonato a piedi l’aereo e si sono date alla fuga, dopo che una donna incinta aveva simulato di essere entrata in fase di travaglio, facendo scattare il protocollo per l’atterraggio di emergenza. Sul volo erano presenti in totale 228 persone. La Guardia Civil spagnola è ancora alla ricerca di 12 fuggitivi. Quanto agli altri 16, secondo quanto riporta El Paìs, undici sono stati intercettati all’interno dello scalo aeroportuale e sono state avviate per loro le pratiche di esplusione dal Paese e rimpatrio, mentre cinque sono stati riammessi sul volo. La donna incinta è stata invece trasportata in un vicino ospedale, dove è stato appurato che il suo stato di gravidanza non era così avanzato da lasciar presagire l’imminenza del parto. La protagonista del falso allarme, incinta di circa cinque mesi, è stata di conseguenza arrestata per procurato allarme. Al momento non è chiaro, invece, come siano riuscite a fuggire le 14 persone attualmente ricercate.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: