Funerali di Stato per Frattini: presenti le quattro cariche più alte della Repubblica – Il video

Le esequie sono state celebrate dal cardinale Re: «Salutiamo un uomo con un’innata inclinazione a guardare il futuro»

Dopo un Consiglio dei ministri lampo, convocato ad hoc per concedere le esequie di Stato a Franco Frattini, è iniziata verso mezzogiorno la cerimonia funebre in memoria del presidente del Consiglio di Stato. La basilica dei Santi Apostoli di Roma è gremita di autorità. Ad ascoltare la celebrazione eucaristica del cardinale Giovanni Battista Re ci sono le quattro cariche più alte dello Stato: il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, i presidenti delle Camere Ignazio La Russa e Lorenzo Fontana, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Lato esecutivo, partecipano al rito anche il ministro della Difesa Guido Crosetto, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, il ministro degli Esteri Antonio Tajani, il ministro dello Sviluppo economico Adolfo Urso, la ministra del Lavoro Marina Elvira Calderone, la ministra dell’Università Anna Maria Bernini, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. Sui banchi della chiesa che ospita il feretro dell’ex ministro degli Esteri, scomparso il 24 dicembre all’età di 65 anni, siedono anche il senatore Pier Ferdinando Casini e l’ex segretario generale della Farnesina, Elisabetta Belloni, oggi direttrice Dipartimento delle informazioni per la sicurezza.


Cardinale Re: «Salutiamo un uomo con un’innata inclinazione a guardare il futuro»

«Salutiamo un protagonista di alto profilo della Repubblica italiana. La sua prematura scomparsa ha suscitato in tutti un senso di tristezza. È stato un uomo di fede in Dio con la coscienza sempre attenta all’etica. Una benemerita figura del nostro paese che ha servito le istituzioni con dedizione, professionalità e responsabilità in Italia e all’estero, distinguendosi per umanità e capacità di cogliere il nocciolo dei problemi e una innata inclinazione a guardare il futuro. Un grande personaggio della politica istituzionale e politica, un leale servitore del bene della Nazione». Così il cardinale Giovanni Battista Re, in un passaggio dell’omelia.


Il telegramma del presidente emerito Napolitano

«Apprendo con grande tristezza della prematura scomparsa di Franco Frattini, un protagonista della vita politica e istituzionale vissuta con impegno civile, senso dello Stato, massima correttezza e innata gentilezza. Mi unisco al generale apprezzamento del rilevante contributo che Frattini ha dato alla nostra Repubblica nell’attività parlamentare, alla guida di rilevanti ministeri, come commissario europeo e infine come presidente del Consiglio di Stato. Ricordo in particolare i nostri intensi rapporti di collaborazione quando egli affrontò come ministro degli Esteri, con lucida visione, saldo ancoraggio ai valori europei e atlantici e rigore istituzionale, una fase assai delicata per il nostro Paese sul piano internazionale. In questo spirito esprimo le più sentite condoglianze alla moglie Stella, alla figlia Carlotta, ai familiari tutti e a quanti hanno avuto modo di conoscerlo e di stimarlo». Così il presidente emerito Giorgio Napolitano, in un telegramma.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: