Cambogia, incendio nell’hotel-casinò di Poipet: 10 morti. I video delle persone che si lanciano dal balcone per salvarsi

Il rogo scoppiato al primo piano nel complesso Diamond City si è propagato velocemente

Almeno dieci persone sono morte e 30 sono rimaste ferite, secondo quanto riportato dalla polizia, in un vasto incendio che ha travolto nella notte di giovedì 29 dicembre un hotel-casinò nella città cambogiana di Poipet, al confine con la Thailandia. Secondo le autorità locali, all’interno del «Grand Diamond City Hotel and Casino» si trovavano centinaia di persone. I feriti – sottolinea una fonte del ministero degli Esteri thailandese – sono stati trasportati negli ospedali della vicina provincia thailandese di Sa Kaeo. Nei video postati sui social network, si vede un gruppo di persone intrappolate sul tetto dell’edificio, alcune delle quali hanno deciso di saltare per evitare le fiamme. Le squadre di soccorso, riporta il Guardian,  hanno dovuto utilizzare gli elicotteri per salvare i sopravvissuti. L’incendio, scoppiato intorno alle 23:30 ora locale al primo piano nel complesso Diamond City, si è propagato velocemente anche agli altri piani a causa della moquette con cui sono rivestiti i pavimenti dell’edificio. Sebbene sia stato in gran parte spento «ci sono ancora piccole sacche di fiamme», ha dichiarato la polizia all’agenzia di stampa cambogiana. Secondo quanto riferito dagli agenti locali, inoltre, sarebbero circa 400 le persone che lavorano nella struttura alberghiera. Sono molti i casinò che sono sorti al confine con la Thailandia e sono particolarmente frequentati dalla clientela thailandese che non può giocare – come spiega la Bbc – nel proprio Paese a causa delle restrizioni. 


Foto copertina: BBC | Incendio scoppiato all’interno del «Grand Diamond City Hotel and Casino» in Cambogia


Continua a leggere su Open

Leggi anche: