La beffa per il sindaco di New York multato per la seconda volta per i topi in casa

Eric Adams ha fatto della guerra ai topi una crociata del suo mandato a causa della presenza problematica di roditori in città

Il sindaco di New York, Eric Adams, è stato multato per la seconda volta in meno di un anno per la presenza di topi in casa. La sanzione ammonta a 1.200 dollari e arriva a seguito dell’ispezione del Dipartimento della Salute avvenuta 7 mesi fa. Allora vennero individuate le prove di un’infestazione. Il sindaco era stato multato già una prima volta, ma era riuscito a farsela togliere dopo aver adottato una serie di misure adeguate per prevenire l’invasione. E ora tenterà di difendersi ugualmente nella prossima udienza prevista per il 12 gennaio. La guerra ai topi nel tempo è diventata una delle battaglie del sindaco. Adams ha, infatti, cambiato le regole per la raccolta a domicilio dei rifiuti ritardando alle 20 l’ora in cui i sacchi possono essere messi fuori dalle abitazioni. Una misura dovuta alla problematica presenza di roditori in città.


Quando il sindaco cercava un exterminator

Inoltre, a dicembre 2022 il sindaco aveva annunciato che stava cercando un «Direttore della mitigazione dei roditori» tra i requisiti richiesti c’era la tendenza ad avere un «violento odio per animali voraci e prolifici, diventati leggendari a New York per le loro capacità di sopravvivenza». Adams aveva poi twittato: «Se hai risolutezza, determinazione, e l’istinto da killer necessari a combattere l’implacabile popolazione di topi di New York, allora ti aspetta il lavoro dei tuoi sogni». Il tutto per un salario promesso tra i 120mila ed i 170mila dollari. Il mese scorso, secondo i dati del dipartimento per la Polizia urbana, gli avvistamenti in città dei ratti sono aumentati circa del 71% dall’ottobre del 2021. Quello dei ratti è un problema che va avanti da anni. Nel 2014 uno studio del comune aveva stimato che i roditori superavano i newyorchesi di circa due a uno.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: