Di Cioccio sui social dopo le accuse del padre: «Facciamo un test: rispondere gentilmente anche se ti rode il c***…»

Franz Di Cioccio, leader della Premiata Forneria Marconi, ha liquidato il libro autobiografico della figlia come un tentativo di «diventare famosa»

Arriva sui social la replica di Elena Di Cioccio alle parole del padre, una frase sibillina e indiretta che però è difficile immaginare non siano indirizzate a Renzo “Franz” Di Cioccio, che in conferenza stampa ha commentato il contenuto del libro autobiografico della figlia, «Cattivo Sangue». L’attrice e conduttrice a fine marzo ha rivelato di essere sieropositiva, di esser stata dipendente dalla cocaina, ma ha anche parlato del suo rapporto con il padre, batterista e fondatore della Pfm: «Ho deciso di preoccuparmi solo di me. Con papà non abbiamo rapporti, ognuno è andato per la sua strada». Due mesi dopo, durante la presentazione del nuovo album del gruppo, Franz Di Cioccio ha risposto alle domande dei giornalisti con la figlia primogenita, Cinzia, al fianco. «Evidentemente con questo libro voleva diventare famosa, non ho niente da perdonarle ma per me ha scritto cose al limite, che non stanno né in cielo né in terra. Ha sbagliato», ha detto il musicista. A ventiquattr’ore di distanza, Elena risponde dal suo profilo Instagram, sul quale ha iniziato un «diario emozionale» con i suoi follower. L’ultimo sentimento scelto dalla conduttrice è «amorevolezza»: «Insegna ad amarci e crea le basi per amare gli altri», scrive nel post, invitando poi a svolgere un «esercizio fricchettone» sul tema, «stilare una lista di atteggiamenti amorevoli». E a cominciare è proprio l’autrice del post: «Cerca di rispondere con gentilezza, anche quando ti rode il culo».


Il post pubblicato da Elena Di Cioccio su Instagram

Leggi anche: