Marco Tarquinio, Giorgia Meloni e l’aborto: «La premier lo usa per fare propaganda»

Il neo europarlamentare Pd: non c’è solo Vannacci

«Parlo da cattolico. E da cattolico dico che la dizione proposta prevedeva nient’altro che il pieno impegno per un aborto sicuro. Non è nulla di diverso da quanto prevede l’applicazione della 194 quindi non si capisce cosa abbia da eccepire Meloni. Come si può rifiutare un’affermazione come questa? Chi è contro l’aborto sicuro vuole tornare alle mammane». Il neo europarlamentare del Partito Democratico Marco Tarquinio parla così della premier oggi in un’intervista a La Stampa. Secondo Tarquinio «la presidente Meloni continua a utilizzare questi argomenti come propaganda. Non c’è solo Vannacci – sottolinea – c’è anche lei che fa la generalessa su questioni costituzionali o su temi sensibili per acchiappare consensi più che per risolvere i problemi del Paese. È un modo bellicistico di affrontare questioni che, da uomo di pace, ritengo che invece vadano demilitarizzate perché riguardano la vita delle persone».


Leggi anche: