Napoli, Il video dell’esplosione nella pizzeria Sorbillo

Nelle riprese delle telecamere di sorveglianza si vede un uomo, non identificato, piazzare la bomba davanti alla saracinesca

Un uomo con un cappello si avvicina alla saracinesca, si inginocchia, posa la bomba e fuggevia. La scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza della pizzeria Sorbillo di Napoli, colpita nella notte fra il 15 e il 16 gennaio. L'esplosione non ha ferito nessuno, ma ha distrutto l'ingresso del locale, uno dei più noti a Napoli, preso di mira già cinque anni fa quando fu dato alle fiamme. Gino Sorbillo, fondatore della catena, ha reagito all'attentato difendendo la sua città.

«È un attacco alla rinascita di Napoli, alla legalità. Forse ora qualcuno pensa che se la può giocare, che se ha messo una bomba a me lo può fare anche ad altri esercenti della zona ma noi non molliamo», ha detto. Dopo l'esplosione, Sorbillo ha ricevuto attestati di solidarietà da politici, personaggi famosi e semplici clienti: l'ultimo, quello dei colleghi "pizzaiuoli" di Napoli, che hanno deciso di dedicargli la giornata mondiale della pizza, manifestando davanti al suo locale.