Affonda imbarcazione nel Mediterraneo: tre morti accertati, si cercano i dispersi

Erano una ventina le persone avvistate a bordo. Solo tre i migranti recuperati in grave stato di ipotermia: sono stati portati a Lampedusa da un elicottero della nave militare Duilio

Un’altra tragedia nel Mediterraneo, nella Sar libica, la zona di ricerca e salvataggio di competenza di Tripoli,apparentemente sguarnita di navi di soccorso. Sono almeno tre i mortiaccertati.

Nel pomeriggio del 18 gennaio un aereo della Marina Militare italiana aveva avvistato un’imbarcazione in precarie condizionicon una ventina di persone a bordo. Per assenza di carburante sufficiente, non ha potuto far altro che lanciare due zattere di salvataggio e rientrare in Italia.

Lanciato l’allarme, un elicottero della nave militare Duilio ha raggiunto la zona di mare a circa 50 chilometri dalla costa di Tripoli. L’intervento del velivolo ha consentito il recupero di un naufrago in mare e altre due persone sulle zattere, tutti e tre in grave stato di ipotermia. L’elicottero ha portato i migranti verso Lampedusa per ricevere cure urgenti. Intanto dalla Libia fanno sapere che il centro di coordinamento della Guardia costiera di Tripoli ha dirottato un mercantile liberiano nella zona del naufragio per le ricerche dei dispersi.

Leggi anche