Muore dopo un intervento della polizia: «Aveva mani e piedi legati»

di Redazione
Muore dopo un intervento della polizia: «Aveva mani e piedi legati»

È successo a Empoli: la procura ha aperto un’inchiesta

Un cittadino straniero di 32 anni è morto in circostanze ancora poco chiare dopo un intervento della Polizia nel centro di Empoli. L'uomo avrebbe tentato di rifilare una banconota falsa al proprietario di un Money Transfer e, dopo l'intervento della polizia, avrebbe cominciato ad agitarsi cercando anche di scappare.

A quel punto gli agenti lo avrebbero immobilizzato mettendogli delle manette ai polsi e legandogli i piedi con una corda. Contattato da Open, il commissariato ha confermato di aver «attuato le normali azioni di contenimento» e di aver chiamato l'ambulanza non appena l'uomo si è sentito male. La procura di Firenze ha aperto un'inchiesta: al momento si ipotizza che la morte sia avvenuta per arresto cardiocircolatorio. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha difeso gli agenti dando «totale e pieno sostegno ai poliziotti che a Empoli sono stati aggrediti, malmenati e morsi».