Quello che credevi di sapere sull’inverno è falso

di Juanne Pili

Ogni stagione si porta dietro una serie di credenze che tuttavia non hanno fondamento scientifico, per lo più radicatesi attraverso la cultura popolare e i vecchi consigli delle nonne e delle madri. Smontiamo i principali falsi miti su questo periodo dell’anno 

Come comprensibile durante l'inverno viene naturale associare l'influenza e i raffreddori alle basse temperature, ed è innegabile che indirettamente ci siano dei rapporti, tuttavia non è il freddo il fattore scatenante. Altri falsi miti riguardano la possibilità di prendere il Sole senza le protezioni che solitamente si devono prendere in spiaggia, mentre tendiamo a credere che le allergie riguardino solo la primavera, mentre consideriamo raffreddori quelle che ci prendiamo inconsapevolmente d'inverno.

Il freddo e le malattie

Spesso l'associazione col freddo e dunque la stagione invernale riguarda l’influenza e il timore che le basse temperature la causino direttamente. La credenza è molto radicata nel senso comune: tutti noi dovremmo avere memoria dei moniti materni a riguardo. Sicuramente il sopraggiungere della febbre indica che il nostro corpo ha bisogno di calore, questo perché effettivamente il freddo non rafforza certo il sistema immunitario. Precisiamo comunque che la febbre è un sintomo associabile anche ad altre malattie. Tanto per il raffreddore quanto per l’influenza, quel che fa la differenza è il contagio del virus responsabile, indipendentemente dalla temperatura locale.

Le allergie arrivano solo in primavera

Il fatto che durante la primavera vengano liberate certe quantità di pollini – facendo uscire allo scoperto tutti gli allergici – potrebbe aver determinato la convinzione che questa sia la stagione delle allergie, avendone l’esclusiva rispetto agli altri periodi dell’anno; invece non hanno alcun riguardo per la stagione in cui ci troviamo e del resto non sono limitate a ciò che compare in primavera, si tratta infatti di risposte eccessive del nostro sistema immunitario a determinate sostanze. Esistono delle allergie riscontrabili anche d’inverno, spesso confuse col raffreddore, ma rispetto a questo i loro sintomi durano più a lungo.