Visita storica del Papa negli Emirati Arabi per il dialogo con l’Islam

«Mi reco in quel Paese come fratello» dice il Pontefice alla vigilia dei tre giorni nella penisola araba. Parteciperà all’incontro interreligioso sulla Fratellanza umana dove ci sarà anche l’Imam di Al-Azhar, Ahmad Al-Tayyeb

Sarà la prima volta di un Pontefice negli Emirati Arabi: Papa Francesco andrà per tre giorni ad Abu Dhabi invitato dal principe ereditario del Paese, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan. Ma l'eccezionalità del viaggio si concretizzerà il 5 febbraio con una grande messa pubblica (alla Zayed Sports City – capienza 135mila persone) in un territorio in cui qualsiasi culto diverso dall'Islam si esprime solo negli spazi delle singole comunità. Negli Emirati Arabi Uniti i cattolici sono una piccola minoranza proveniente soprattutto da India e Filippine, che lavora come manodopera soprattutto nel settore turistico.

https://twitter.com/statuses/1092022386075955200

Prima di partire, il Papa ha fatto un appello durante l'Angelus per la crisi umanitaria in corso in Yemen: «Preghiamo perché ci sono dei bambini che hanno fame e sono in pericolo di morte». Amnesty International ha sollevato qualche perplessità sulla visita negli Emirati Arabi, invitando il Pontefice a a segnalare alle autorità emiratine i casi delle persone in carcere per avere difeso i diritti umani nel Paese, vista la «costante repressione» della libertà di espressione. «Ci vorrà ben altro che una serie di incontri simbolici per nascondere questa drammatica situazione dei diritti umani» ha detto Lynn Maalouf, direttrice delle ricerche sul Medio Oriente di Amnesty International.

Il programma del Pontefice prevede la partecipazione, il 4 febbraio, all'incontro interreligioso sulla Fratellanza umana, insieme ad altri 700 leader di varie religioni. Lì ci sarà l'incontro storico con l'Imam di Al-Azhar, Ahmad Al-Tayyeb. Martedì invece la visita alla comunità cattolica locale, composta soprattutto da lavoratori immigrati dalle Filippine e dall'India, nella grande messa pubblica, con 135mila fedeli previsti.

Leggi anche