Di Battista a «Di Martedì»: «L’Abruzzo? Una sconfitta» e reclama l’applauso del pubblico

Di Battista polemizza con il pubblico in studio: «Oggi non applaudite nessuno? Si può, lo potete fare. Non vi hanno fatto il gesto?», Floris ironizza: «Se vuole ne chiamiamo altri»

Dopo un lungo silenzio a seguito delle elezioni regionali in Abruzzo, in cui il M5Sha visto un netto crollo dei propri consensi, il primo biga rilasciare dichiarazioni sull'esito del voto è stato Alessandro Di Battista, ospite di Giovanni Florisa DiMartedì.

L'ex parlamentare Cinque Stellenon si nasconde e accetta la sconfitta elettorale: «È stata un sconfitta, punto. Poi devo dire che il M5s non ha mai vinto nessuna elezione regionale, lì abbiamo difficoltà. Si deve imparare sempre dagli errori e il Movimento 5Stelleha sempre imparato dagli sbagli. Questo è un momento difficile, ma non drammatico».

https://twitter.com/statuses/1095426549791318017

Altro argomento toccato nell'intervista è stata la Tav e la relativa analisi costi -benefici, uno dei tanti cavalli di battaglia dei Cinque Stelle assieme al Reddito di Cittadinanza. Ed è qui che Di Battista inizia a scaldarsi: «Quella di Salvini è una posizione ideologica. Sono certo che il presidente Conte sarà in grado di convincerlo e dare lo stop all’opera».

«Oggi non applaudite nessuno? Grazie»:Alessandro Di Battista incalza quindiil pubblico in studio e richiedeun applauso, polemizzando: «Si può, lo potete fare. Non vi hanno fatto il gesto?». Giovanni Floris, per smorzare i toni polemici ribatte ironicamente«Se vuole ne chiamiamo altri».