Beppe Grillo: «Ambiente e mobilità, influenziamo Salvini sui nostri temi»

di Redazione

Intervistato fuori dal tribunale di Roma, dove ha testimoniato sul caso Favia, il leader del Movimento ha parlato anche di Di Maio: «Bisogna avere un po’ di pazienza, ha 32 anni e ministeri impegnativi»

Dopo le votazioni sulla piattaforma Rousseau con cui gli attivisti del Movimento 5 Stelle hanno espresso un parere contrario all'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini sul caso Diciotti, Beppe Grillo, intervistato fuori dal Tribunale di Roma ha parlato dell'alleato di governo. «Dobbiamo noi influenzare Salvini sui nostri temi che forse abbiamo un po' tralasciato, che sono l'ambiente, l'ecologia, la mobilità e come questa si evolverà tra 10 anni», ha dichiarato Beppe Grillo. Il comico ha parlato anche del vicepremier del M5s: «Secondo me con Di Maio bisogna avere un po' di pazienza, ha 32 anni e ha ministeri impegnativi. Io sono la figura del garante, quella del padre ma ormai le scelte politiche le vedono loro».

Beppe Grillo si trovava a Roma come testimone della difesa nel processo a Giovanni Favia. L'ex consigliere regionale pentastellato dell'Emilia Romagna era stato espulso dal Movimento nel 2012 in seguito a un fuori onda in cui criticava la mancanza di democrazia interna. Favia era stato querelato da Gianroberto Casaleggio dopo la pubblicazione di un editoriale su Il Tempo, in cui sottolineava la scarsa trasparenza di legami tra la Casaleggio Associati e il blog di Beppe Grillo.