Una boccata d’aria per l’Australia: 1 miliardo di alberi entro il 2030 per fermare il cambiamento climatico

di Redazione

L’Australia, come l’Europa, si è impegnata a ridurre le emissioni di gas serra entro il 2030. Piantare 1 miliardo di alberi dovrebbe avvicinare il Paese a questo traguardo, ma si tratta anche di un regalo all’industria

L'Australia ha deciso di adottare una soluzione semplice, anche se poco usata, per combattere il cambiamento climatico. Anziché puntare sulla riduzione dell'inquinamento e sulle energie rinnovabili, il Governo australiano ha deciso che pianterà 1 miliardo di alberi entro il 2030, per attenersi alle regole stabilite nell'ultimo summit Onu sul clima (COP 24) e contenere l'aumento delle temperatura terrestri a 1,5 gradi centigradi. Nuovi corridoi verdi si diffonderanno nel Paese - che potrà così sfruttare la sua vastità e la disponibilità di terreno vuoto – capaci sia di ridurre i gas serra, sia di fornire nuovi habitat alle specie animali a rischio. 

Attualmente l'Australia dipende dal carbone, la cui combustione produce circa due terzi dell'energia usata nel Paese. Secondo un rapporto dell'Ocse, pubblicato a gennaio, l'Australia non sarebbe stata in grado di raggiungere gli obiettivi fissati al summit Onu senza un radicale cambio di direzione. In base alle stime australiane, gli alberi piantati permetteranno di rimuovere circa 18 milioni di tonnellate di gas serra dall'atmosfera all'anno, circa il 30% del totale di emissioni prodotte ogni anno.   

L'obiettivo del Governo australiano è anche quello di usare questa misura per far aumentare occupazione e crescita nel Paese. Attualmente circa 70 mila australiani lavorano nell'industria del legno e l'Australia vanta una delle foreste più grandi al mondo (la settima). Secondo il sito del ministero dell'Agricoltura i nuovi alberi serviranno anche a soddisfare la crescita nella domanda per il legno sia all'estero, sia nel settore edile domestico. È chiaro che, dopo essere stati piantati, non tutti gli alberi rimarranno nel suolo per decenni con il solo scopo di risucchiare l'anidride carbonica e rilasciare ossigeno.